Costacurta: “Dispiace per Boban. Spero rimanga Maldini. Su Gazidis …”

Alessandro ‘Billy’ Costacurta, ex difensore del Milan oggi commentatore per ‘Sky Sport’, ha parlato della situazione attuale in casa rossonera

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Alessandro Costacurta Milan

NEWS MILANAlessandro ‘Billy’ Costacurta, ex difensore del Milan ed oggi commentatore per ‘Sky Sport‘, ha parlato dell’eventualità che il campionato di Serie A, fermo per la pandemia da coronavirus, possa completare con la disputa, a maggio/giugno, dei playoff e dei playout. Queste le dichiarazioni di Costacurta: “Playoff? Li farei tra le prime quattro, ma sono aperto anche all’ipotesi di farlo a sei squadre. Chiaramente, nello stabilire il regolamento bisognerebbe tenere conto delle posizioni in classifica. A me piace che le prime due vengano premiate, ma i playoff che premiano le migliori classificate vanno in quella direzione. Questa è un’emergenza, a me piace come ipotesi, ad altri no. Io però amo certi sport americani dove i playoff sono di casa”.

Interrogato, poi, sui difensori di Serie A in cui si rivede, Costacurta ha sottolineato: “Quello che io credo che mi somigli, al momento, è il giocatore che è stato Mattia Caldara fino a un anno e mezzo fa. Finalmente l’ho rivisto contro il Valencia e lì mi sono rivisto per una serie di motivi dato che ha anticipato moltissime volte l’attaccante e credo che quello fosse il mio pregio in campo. Ha scelto soluzioni tattiche molto importanti e se l’Atalanta ha sofferto poco in quella partita credo sia stato grazie a Caldara. Il difensore più forte della Serie A, nonostante ora non giochi, penso sia Kalidou Koulibaly del Napoli“.

Quindi Costacurta ha commentato la situazione in casa rossonera, con il licenziamento di Zvonimir Boban da parte del fondo Elliott Management Corporation, e la decisioni che potrà prendere Paolo Maldini, visto il sempre più crescente potere dell’amministratore delegato Ivan Gazidis nel club di Via Aldo Rossi: “L’uscita di Gazidis riguardo al contatto con Ralf Rangnick credo sia stato un passo che alcuni dirigenti all’estero fanno. La reazione di Zvone è stata comprensibile, forse un pochino troppo forte, ma conosco benissimo sia Zvone che Paolo e sono che sono molto attaccati a certe tradizioni che si tenevano nel Milan. Loro hanno trovato, e l’ho trovato strano anche io, questo tipo di comportamento da parte di Gazidis, ma stiamo parlando di un dirigente molto preparato. Noi dobbiamo pensare che abbiamo a che fare con grandissimi dirigenti che hanno fatto parte della storia del calcio italiano, ma adesso il calcio italiano deve guardare oltre. Gazidis fa delle scelte che a noi sembrano da irresponsabili ma in realtà non credo lo siano. Mi dispiace tantissimo per Boban, so quello che avrebbe potuto dare. Per Paolo dipenderà dal colloquio che avrà con Gazidis, conoscendolo, e lo spero, credo rimarrà per portare tutto il suo contributo al Milan”.

Intanto il mercato del Diavolo non si ferma. Nonostante il caos societario, infatti, proseguono i contatti per un elemento che farebbe proprio al caso dei rossoneri …

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy