ESCLUSIVA – Milanese: “Rispetto per Maldini: lo vedrei bene in Nazionale”

MILAN NEWS – Mauro Milanese, ex Inter e Napoli e oggi direttore sportivo della Triestina, ha parlato della querelle tra Paolo Maldini e Ralf Rangnick

di Peppe Gallozzi
Paolo Maldini Milan coronavirus

MILAN NEWS – Sullo scontro tra Paolo Maldini e Ralf Rangnick si è espresso anche Mauro Milanese, ex calciatore (tra le altre) di Inter e Napoli e attuale direttore sportivo della Triestina (Serie C). Nelle sue parole, in esclusiva per la redazione di ‘PianetaMilan.it‘, anche un auspicio per il futuro del calcio nel dopo Coronavirus con la possibilità di migliorarsi in alcuni aspetti.

Milanese, cosa ne pensa delle querelle tra Maldini e Rangnick? “Dal mio giudizio, Maldini è uno che quando ha un compito o si prende una responsabilità deve avere ampio spazio di manovra e un grande potere. Anche quando c’erano Adriano Galliani e Silvio Berlusconi si parlava di un suo ruolo dirigenziale, ma con tutto quello che ha vinto la vecchia società rossonera difficilmente gli avrebbe lasciato campo libero”.

In questa situazione quindi come si può giudicare? “Ci vuole un grande rispetto a prescindere verso uno come Paolo Maldini. Lo vedo benissimo a proseguire il suo lavoro nel club della sua città ma, se ciò non dovesse verificarsi, lo vedrei bene anche in Nazionale con un ruolo dirigenziale. Porterebbe prestigio ed esperienza”.

Parlando a livello generale, invece, è arrivato il momento di un cambiamento nel mondo del calcio? “Il mondo del calcio, adesso, vive nell’interesse individuale ed egoistico. Ci sono tanti aspetti da definire prima di riprendere, soprattutto in temi di contratti, obblighi di riscatto ad un tot di presenze e così via. L’auspicio è che si possa pensare di tornare ad un calcio più sostenibile, rispettando anche quei soggetti che vivono di 800, 1000 euro”.

In cosa si dovrebbe cambiare almeno inizialmente? “Intanto il cambiamento dovrà essere in positivo. Bisognerebbe salvaguardare il terzo livello, cercando come dicevo di essere sostenibili. Inoltre si potrebbe pensare ad una legge che tuteli i calciatori in caso di fallimento, pandemia o forza maggiore. Questi sono solo alcuni spunti”. QUI LE ULTIME SUL FUTURO DELLO STESSO MALDINI E DI ZLATAN IBRAHIMOVIC >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy