Calciomercato Milan – Addio Bonaventura: i suoi numeri con il Diavolo

Calciomercato Milan – Addio Bonaventura: i suoi numeri con il Diavolo

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Giacomo ‘Jack’ Bonaventura, arrivato il 1° settembre 2014 al Milan, lascerà il club a parametro zero dopo sei stagioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Giacomo 'Jack' Bonaventura Milan

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILAN – Si è conclusa sabato scorso, con un 28′ più recupero disputati nella ripresa di Milan-Cagliari 3-0 a ‘San Siro‘, l’esperienza rossonera di Giacomo ‘Jack’ Bonaventura, classe 1989, centrocampista originario di San Severino Marche (MC) che era giunto al Milan lo scorso 1° settembre 2014, dall’Atalanta, acquistato a titolo definitivo per 6 milioni di euro nell’ultimo giorno di quel calciomercato estivo, quale ‘ripiego’ per il mancato arrivo del francese Jonathan Biabiany, fermato dai problemi cardiaci. Il suo contratto con il Milan, in scadenza il 31 agosto prossimo, non sarà rinnovato.

Bonaventura si è distinto sin da subito con la maglia del Diavolo, andando a segno al debutto, il 14 settembre 2014, in occasione di Parma-Milan 4-5 allo stadio ‘Tardini‘. Nelle sue prime due stagioni con il Milan ha indossato la maglia numero 28, lasciandola, poi, per prendere quella con il numero 5 nell’estate 2016 quando è terminato il contratto del difensore francese Philippe Mexés con il club di Via Aldo Rossi. Jack è stato uno dei punti di forza del Milan forse più debole della storia recente e, purtroppo, in rossonero ha vinto soltanto un titolo, la Supercoppa Italiana 2016, dove, tra l’altro, realizzò un gol in finale.

Ecco i numeri e le statistiche totali dell’esperienza di Bonaventura con il Milan:

Stagione 2014-2015 (allenatore Filippo Inzaghi): 36 gare tra Serie A (34) e Coppa Italia (2), con 7 gol in campionato e 5 assist (4 in Serie A ed uno in Coppa Italia), 3 ammonizione ed un’espulsione in un totale di 2.843 minuti sul terreno di gioco (2.663 in campionato, 180 in Coppa Italia).

Stagione 2015-2016 (allenatore Siniša Mihajlović prima, Cristian Brocchi poi): 39 gare tra Serie A (33) e Coppa Italia (6), con 7 gol (6 in campionato, uno nella coppa nazionale) e ben 11 assist in campionato. 8 ammonizioni rimediate in un totale di 3.310 minuti sul terreno di gioco (2.841 in Serie A, 469 in Coppa Italia).

Stagione 2016-2017 (allenatore Vincenzo Montella): 22 gare tra Serie A (19), Coppa Italia (2), Supercoppa Italiana (una) con 5 gol (3 in campionato, uno nella coppa nazionale, uno nella finale della Supercoppa nazionale) e 5 assist tra Serie A (4) e Coppa Italia (uno). 3 ammonizioni rimediate in campionato in un totale di 1.874 minuti sul terreno di gioco (1.574 in campionato, 180 in coppa nazionale, 120 nella finale della Supercoppa nazionale).

Stagione 2017-2018 (allenatore Montella prima, Gennaro Gattuso poi): 47 gare tra Serie A (33), Europa League (9), Coppa Italia (5), con 9 gol (8 in campionato, uno in Europa) e 4 assist in campionato. 4 ammonizioni rimediate tra Serie A ed Europa League in un totale di 3.557 minuti sul terreno di gioco (2.554 in campionato, 543 in Europa e 460 in Coppa Italia).

Stagione 2018-2019 (allenatore Gattuso): 10 gare tra Serie A (8) ed Europa League (2) con 3 gol in campionato, per un totale di appena 797′ sul terreno di gioco, di cui 653 in campionato e 144 in Europa.

Stagione 2019-2020 (allenatore Marco Giampaolo prima, Stefano Pioli poi): 32 gare tra Serie A (29) e Coppa Italia (3), con 4 gol (3 in campionato, uno nella coppa nazionale) e 6 assist in campionato. 2 ammonizioni rimediate in Serie A in un totale di 1.530 minuti sul terreno di gioco (1.327 in Serie A, 203 in Coppa Italia).

TOTALE: 184 gare (155 in Serie A, 17 in Coppa Italia, 11 in Europa League, una in Supercoppa Italiana), 35 gol (30 in campionato, 3 in coppa nazionale, uno in Europa, uno in finale della Supercoppa nazionale), 31 assist (29 in Serie A, 2 in Coppa Italia), 20 ammonizioni ed un’espulsione per un totale di 13.911 minuti trascorsi sul terreno di gioco, per una media di 75 minuti per gara.

Nella sua esperienza rossonera, Bonaventura, molto sfortunato, si è fermato per infortunio in tante occasioni: ben 11 volte in 6 anni, in particolare ha accusato la rottura della fibra muscolare degli adduttori nella stagione 2016-2017 e un’infiammazione dei legamenti del ginocchio nella stagione 2018-2019, perdendo, dal 2014 al 2020, la bellezza di 73 partite del Milan. ECCO DOVE POTREBBE ANDARE A GIOCARE LA PROSSIMA STAGIONE >>>

SEGUICI SUI SOCIAL: CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy