Milan-Sampdoria 0-0, Pioli: “Bergamo in testa. Il gol è il tallone d’Achille”

Milan-Sampdoria 0-0, Pioli: “Bergamo in testa. Il gol è il tallone d’Achille”

Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha rivelato, al termine di Milan-Sampdoria, come alla sua squadra manchino, al momento, qualità e fiducia nei propri mezzi

di Daniele Triolo, @danieletriolo

NEWS MILAN – Ieri pomeriggio, a ‘San Siro‘, Milan-Sampdoria è terminata 0-0. Altro pareggio a reti bianche dopo quello dello scorso 15 dicembre 2019 contro il Sassuolo, terza gara di fila senza trovare la via del gol per il Diavolo, con, nel mezzo, l’inquietante sconfitta (0-5) del ‘Gewiss Stadium‘ di Bergamo contro l’Atalanta.

A nulla è servito il debutto in maglia rossonera di Zlatan Ibrahimovic. Il Milan è rimasto invischiato nella rete tattica dell’ottima Sampdoria di Claudio Ranieri che, nella prima ora di gioco, ha avuto persino più chance dei padroni di casa per andare in vantaggio. Male Manolo Gabbiadini in un paio di circostanze, molto meglio Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma in altre.

Al termine del match, ai microfoni di radio e televisioni, il tecnico rossonero, Stefano Pioli, ha commentato così la partita. “Non siamo riusciti a segnare nonostante i 70 palloni giocati nell’area avversaria, tantissimi – ha detto Pioli, le cui dichiarazioni sono state riportate da ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola -. Significa che ci è mancato il passaggio giusto, non la voglia o la determinazione”.

Con 16 gol in 18 gare, l’attacco del Milan è sempre più asfittico. Soltanto Udinese, Sampdoria e Spal hanno fatto peggio del Milan. Pioli, a tal proposito, ha detto: “I grandi numeri non mentono mai: il gol è il nostro tallone d’Achille e dovrò trovare una soluzione. Dispiace perché volevamo dare un segnale: ci sono delle situazioni a livello tecnico e di precisione che devono essere migliorate. Dobbiamo tutti fare delle scelte migliori. Vale per chi è in campo così come per me”.

“Non abbiamo giocato con tanta lucidità – la rivelazione di Pioli -, ma era abbastanza lecito aspettarselo dopo la sconfitta contro l’Atalanta. È anche un problema di fiducia: quanto successo a Bergamo ci ha tolto certezze ed entusiasmo. Ci siamo macerati arrivando a questa partita, la cosa positiva è che siamo stati squadra. Abbiamo corso e lottato, ma è mancata qualità“. Ad un giocatore su tutti, Jesús Suso.

“Ha avuto delle occasioni per determinare la gara, ma non c’è riuscito – ha spiegato Pioli -, ma è accaduto anche ad altri. Rafael Leão ci ha dato qualcosa in più con le sue accelerazioni, Ibrahimovic con la sua presenza in area di rigore. Lo sviluppo offensivo che avremo con Zlatan in futuro è tutto da studiare: lui con Krzysztof Piatek? Si può, se c’è equilibrio …”. Il polacco, però, potrebbe essere presto ceduto: per le ultime sul suo futuro, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy