Nuovo Stadio, Milan e Inter: “Sì al confronto, ma in tempi certi”

Nuovo Stadio, Milan e Inter: “Sì al confronto, ma in tempi certi”

Milan e Inter ragionano dopo il sì condizionato emerso dal Consiglio comunale lunedì pomeriggio e aspettano indicazioni precise dalla Giunta

di Alessio Roccio, @Roccio92

NUOVO STADIO – Il voto che è emerso lunedì in Consiglio Comunale a Milano è stato un parere positivo riguardo l’approvazione o meno del progetto del nuovo stadio di San Siro. Quello del Comune, tuttavia, in attesa della decisione definitiva della Giunta, è stato un sì condizionato. Il progetto, infatti, dovrà essere in parte rivisto in due punti particolari: quello sulle volumetrie e quello sulla rifunzionalizzazione di San Siro.

Se per il primo punto era facilmente prevedibile una contestazione da parte del comune – quella sulla “legge sugli stadi” che riguarda le volumetrie dell’impianto – nel secondo punto il caso diventa certamente più spinoso. Il punto è cosa tenere in piedi di San Siro e i problemi tecnici ed economici che ne comporta. Tenere la strutta attuale, o anche ridotta, è praticamente impossibile (l’idea era farci giocare le squadre femminili). In quel caso parte del distretto come uffici, l’hotel e altre strutture non potrebbero essere costruite.

Se demolire lo stadio costerebbe circa 40 milioni, rimodernarlo abbattendo il terzo anello e mantenendo le storiche rampe costerebbe decisamente di più (200-250 milioni secondo l’architetto Mascheroni). Il dialogo ci sarà, ma Milan e Inter – nella nota congiunta pubblicata ieri – hanno ribadito come il confronto dovrà avvenire in tempi certi. Ecco le ultime dichiarazioni del sindaco Beppe Sala>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy