Milan-Torino, Kjaer: “Vinciamo, ma vogliamo sempre di più: c’è fame”

MILAN-TORINO ULTIME NEWS – Simon Kjaer, difensore rossonero, ha parlato ai microfoni di ‘Sky’ al termine del match di ‘San Siro’. Le dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Simon Kjaer AC Milan

Milan-Torino, le dichiarazioni di Kjaer nel post-partita

 

MILAN-TORINO ULTIME NEWSSimon Kjaer, difensore rossonero, ha parlato ai microfoni di ‘Sky Sport‘ al termine del match di ‘San Siro‘, Milan-Torino. La gara era valida per la 17^ giornata della Serie A 2020-2021. Queste le dichiarazioni di Kjaer.

Sul suo rendimento nel Milan: “Nel calcio non si sa mai. Sono venuto qui con l’obiettivo di dare il massimo e di dare una mano alla squadra. C’era tantissima qualità, e c’è ancora. Ma siamo cresciuti come squadra, abbiamo fatto un bel percorso come squadra. Siamo cresciuti tutti, anche io. Ho perso solo 4 partite da quando sono qui. Un percorso da sogno. Stiamo vivendo un momento bello. Ma come abbiamo fatto dall’inizio, domani riguarderemo la partita, analizzeremo le cose fatte bene, le cose fatte male, in vista di martedì”.

Sul rendimento della squadra rossonera: “Possiamo durare altri 4-5 mesi? Secondo me sì, anche se nel calcio tutto può succedere. Il nostro modo di lavorare e il nostro atteggiamento di ogni giorno sono giusti. Stiamo crescendo come giochiamo, come squadra, dentro e fuori dal campo. Credo che possiamo continuare in questa direzione qui. Nel calcio tutto può succedere. Ma tutti, a Milanello e nel Milan, credono in questo”.

Su Gigio Donnarumma: “Non voglio metterlo in paragone con quelli più forti al mondo. Per quelli della sua età, Gigio è il numero uno. Ha la possibilità di diventare il più forte al mondo. Io ho grande piacere a giocare con lui. In futuro può essere il numero uno al mondo”.

Su cosa è cambiato in un anno: “La mentalità che c’è adesso, il lavoro del mister, il lavoro fatto di mentalità da Zlatan, hanno fatto crescere la squadra e gli individualisti della squadra. Stiamo facendo molto molto bene. E’ importante. Siamo arrivati ad un punto che vinciamo, ma vogliamo sempre di più. Anche in allenamento si vede che abbiamo fame e voglia di vincere”.

Su Ibrahimović: “Abbiamo i nostri discorsi, ma restano tra di noi. Tutti in Italia conoscono la mentalità di Zlatan. Pian piano siamo cresciuti tutti. Positiva, ogni tanto può essere un po’ pesante. Ma è Zlatan!”. LE PAGELLE POST-PARTITA DEI CALCIATORI ROSSONERI >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy