Coronavirus – UEFA: “Non abbiamo un piano B per la finale di Champions”

ULTIME NEWS – Dalla UEFA fanno sapere di non avere un’alternativa pronta a Lisbona per concludere la Champions, ma che per ora non c’è da preoccuparsi

di Antonio Tiziano Palmieri
Aleksander Ceferin UEFA

ULTIME NEWS – Il Coronavirus è in ritirata, ma in alcuni paesi, la preoccupazione resta elevata. Uno di questi è il Portogallo, in particolare Lisbona. Il Governo portoghese infatti ha disposto un nuovo lockdown la capitale per paese a causa di nuovi focolai di Covid19.

Tutto ciò, mette a rischio lo svolgimento delle ‘Final 8’ di Champions League, previste proprio a Lisbona dal 12 al 23 agosto. Nel frattempo la UEFA è preoccupata, e come riferisce L’Equipe, non ha un’alternativa pronta alla città di Lisbona: “Siamo in costante contatto con la Federazione portoghese e le autorità locali. Speriamo che tutto vada bene e che sia possibile organizzare il torneo in Portogallo. Per il momento non c’è alcun motivo per pianificare un piano B. Monitoriamo la situazione su base giornaliera e ci adatteremo a una nuova soluzione se sarà necessario”.

Nel frattempo, oggi in casa Milan ricorre l’anniversario di un successo importante che riguarda la Coppa Italia. Continua a leggere per saperne di più >>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy