Lo strano caso di “Rangnick la pippa” e “Pirlo il predestinato”

Lo strano caso di “Rangnick la pippa” e “Pirlo il predestinato”

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Gli attacchi contro Ralf Rangnick, e gli elogi per l’inesperto Andrea Pirlo: le differenze di forza mediatica tra Juve e Milan

di Giacomo Giuffrida, @GG_Giuffrida
Rangnick Pirlo Milan Juventus

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – L’arrivo di Ralf Rangnick al Milan, poi sfumato, ha lasciato una scia di polemiche e attacchi contro il tedesco alquanto clamorosa. La maggior parte dei media aveva parole e opinioni negative nei confronti del futuro manager rossonero. Ma gli stessi media, gli stessi critici che davano addosso a Rangnick, si ritrovano ad elogiare e definire “predestinato” un allenatore che ha zero esperienza in panchina: il caso di Andrea Pirlo.

Con tutto il rispetto per un giocatore magnifico, soprattutto (è bene ribadirlo) negli anni al Milan dove ha veramente vinto tutto, sarebbe normale e ovvio esprimere scetticismo intorno alla sua promozione da allenatore della Juve. Si può essere stati calciatori di altissimo livello, ma lo step per diventare grandi allenatori è tutt’altra cosa. Per nulla scontato.

Scetticismo e critiche su Pirlo non ci sono state da parte dei principali media di informazione. Cosa che invece ha subito Rangnick, che di esperienza ne aveva da vendere. Si poteva essere in disaccordo sulla scelta, sulla tempistica, ma non sul fatto che il tedesco potesse fare grandi cose in rossonero. Parliamo di un dirigente, e prima ancora allenatore, che ha ottenuto grandi risultati con Schalke 04 e RB Lipsia tra gli altri, che ha scovato grandi talenti sul mercato.

Il perché Rangnick al Milan fosse una “scommessa persa in partenza”, e invece Andrea Pirlo allenatore della Juventus è una scelta lungimirante, straordinaria e chi più ne ha più ne metta, resta un mistero. Pirlo non ha fatto ancora nulla ed è già un mix tra Zidane e Guardiola. Predestinato.

È possibile spiegarlo solo con la differente “forza mediatica” che hanno Milan e Juventus negli ultimi anni? Quando Antonio Conte parla di “protezione”, si riferisce a questo? Purtroppo sempre più frequentemente ci si ritrova a fare i conti con certe “ingiustizie d’informazione“, se così possiamo definirle.

ULTIM’ORA MILAN – NOVITA’ SU LUKA JOVIC >>>

LE ULTIME SUL RINNOVO DI ZLATAN IBRAHIMOVIC >>>

SARRI SPIEGA IL FALLIMENTO DEL PROGETTO SARRI-JUVE >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy