Rangnick-Milan, nuove conferme: l’affare è fatto

MILAN NEWS – Come riportato questa mattina da Tuttosport, arrivano nuove conferme dalla Germania sull’accordo tra il Milan e Ralf Rangnick

di Alessio Roccio, @Roccio92
Ralf Rangnick

MILAN NEWS – Avanti. In silenzio, onde evitare nuove uscite che possano minare l’ambiente rossonero come accaduto ad aprile-maggio con le dichiarazioni di Ralf Rangnick e la risposta di Paolo Maldini poi. Il dirigente tedesco e il Milan, però, continuano ad avvicinarsi e secondo il quotidiano piemontese ‘Tuttosport’ arrivano conferme anche da ambienti tedeschi molto vicini al 61enne di Backnang.

I problemi che erano sorti tra febbraio e marzo a causa della pandemia sono ormai alle spalle, sebbene l’incontro tra Gordon Singer, i manager di Elliott e lo stesso Rangnick in quel di Londra deve ancora avvenire. Per ora si prosegue con le conference call, ma presto ci sarà anche l’incontro faccia a faccia nel Regno Unito. I tempi per gli annunci ufficiali in ogni caso non sono ancora maturi e arriveranno quasi certamente ad agosto, a campionato concluso, per non interferire con l’operato di Stefano Pioli.

Nuovi sviluppi ci saranno certamente a fine mese, quando la Bundesliga chiuderà i battenti (27 giugno) e Rangnick avrà maggiore libertà. Il club tedesco, infatti, tornerà in campo ad agosto per i quarti di finale di Champions League, ma in quel momento Rangnick sarà già al Milan. Resta da capire ancora quale ruolo occuperà: dirigente, allenatore o entrambi? Elliott lo vorrebbe allenatore, mentre lui si vedrebbe bene dietro la scrivania. Preparare la prossima stagione in un solo mese non è facile, ecco perché almeno in un primo momento potrebbe essere Rangnick a sedersi in panchina, per poi affidarla ad un suo allenatore fidato (crescono per il futuro le chance di Marco Rose del Borussia Mönchengladbach).

Gli ultimi dettagli saranno presto limati, ma i problemi più grossi sono stati superati. Il budget – 75 milioni più il 50% delle cessioni – è stato confermato e alcune specifiche richieste dell’esigente dirigente tedesco sono state soddisfatte, come ad esempio il trasferimento a Milano del suo imponente staff. Intanto, è sempre meno probabile la permanenza di Ibrahimovic: CONTINUA A LEGGERE>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy