Milan-Crotone: Ibrahimovic prepara il controsorpasso | Serie A News

Oggi a San Siro c’è Milan-Crotone e Zlatan Ibrahimovic cerca il gol numero 500 in carriera con squadre di club e la nuova vetta della classifica in Serie A

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Zlatan Ibrahimovic AC Milan

Milan-Crotone: gara da record per Ibrahimovic?

 

Zlatan Ibrahimovic ci riprova. Oggi pomeriggio, a ‘San Siro‘, in occasione di Milan-Crotone, l’attaccante svedese cercherà il suo gol numero 500 in carriera con squadre di club. ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola ha ricordato come Ibra ci fosse andato vicinissimo a Bologna, la scorsa settimana. Ha fallito, però, il calcio di rigore che avrebbe potuto donargli l’ennesimo record.

Poco male. Ibrahimovic avrà una nuova chance oggi, in Milan-Crotone, contro un avversario che, in carriera, non ha mai affrontato ed in una partita che potrebbe vedere il Milan operare il controsorpasso ai danni dell’Inter in vetta alla classifica di Serie A. Zlatan ha sempre sostenuto di esaltarsi nei climi bollenti e questo sicuramente lo è. Contro i felsinei era apparso, forse, un po’ bloccato.

Stefano Pioli, adesso, lo ha invece descritto “motivato e sereno“. Per andare, sì, alla caccia del 500° gol, ma anche per guidare la squadra nuovamente verso il primato in classifica. In fin dei conti, Ibrahimovic ha segnato a chiunque. ‘Valigie di gol‘, le ha definite il quotidiano sportivo nazionale, con reti segnate in giro per il mondo dalla fine del Ventesimo Secolo in poi. Dalla Svezia agli Stati Uniti, passando per Olanda, Francia e ovviamente Italia.

La Serie A ha visto Ibrahimovic andare a segno più spesso, con 221 gol sui 499 realizzati. Ma è il Saint-Etienne l’avversario da lui più battuto, con 17 reti. Seguono la Roma e il Palermo con 12. Milan-Crotone, per Ibrahimovic, è una grande opportunità di inserire il nome dei calabresi nell’elenco delle squadre a cui ha segnato almeno un gol. I calabresi mancano dall’elenco poiché Zlatan, all’andata, era indisponibile per via del coronavirus.

Riempire anche questa casella, per Ibra, è una questione di orgoglio statistico, di obiettivi da raggiungere, di tempo da riprendersi. Così come una vetta della classifica occupata da 20 giornate e, in solitaria, da 16, sfuggita per qualche ora ma ancora lì, a portata di mano. DOVE VEDERE MILAN-CROTONE IN TV O IN DIRETTA STREAMING >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy