Il Giornale – Cessione Milan, spunta la suggestione Al-Khelaifi

Il Giornale – Cessione Milan, spunta la suggestione Al-Khelaifi

Nasser Al-Khelaifi, Presidente del PSG, non sarebbe a Milano per Gianluigi Donnarumma bensì per acquistare tutto il Milan. Le indiscrezioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo

La trattativa tra Yonghong Li e Rocco Commisso per la cessione della maggioranza del Milan vive, al momento, una fase di stallo. L’imprenditore cinese sembra non volere cedere alla proposta del magnate italo-americano, e, sullo sfondo, c’è sempre la famiglia Ricketts, che potrebbe avanzare un’offerta per il club rossonero qualora questi finisse, dopo il 6 luglio, al fondo Elliott Management Corporation.

Circola, però, nelle ultime ore, una suggestione, riportata oggi da ‘Il Giornale’, che potrebbe sparigliare, forse in maniera definitiva, le carte in tavola. Negli ultimi giorni, a Milano, c’è infatti Nasser Al-Khelaifi, Presidente del PSG e la sua visita è stata immediatamente associata ad una possibile trattativa con il Milan per l’acquisizione del portiere rossonero, Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma. Alla società di Via Aldo Rossi, però, non sono giunte offerte in tal senso.

Al-Khelaifi, imprenditore qatariota, a Milano però ha molti investimenti e, pertanto, il suo blitz nel capoluogo milanese è stato motivato ufficialmente come “questioni private”. ‘Il Giornale’, però, si è domandato, se gli sceicchi del Qatar stessero facendo un pensierino ad acquistare al Milan. “Sul momento, può sembrare una pazza idea. Però nelle stesse ore in cui Al-Khelaifi veniva sorpreso a cena dai fotografi, un’indiscrezione a sostegno di un suo possibile interessamento per il club rossonero cominciava a circolare nel mondo dei fondi immobiliari”, si legge sul quotidiano.

Un’indiscrezione di sicuro intrigante, che non va sottovalutata, che arriverebbe dai soliti bene informati. Anche perché, ha proseguito ‘Il Giornale’, non va dimenticato come nel 2007, dopo la vittoria dell’ultima Champions League ad Atene, l’emiro del Qatar Tamim bin Hamad al-Thani avrebbe offerto un miliardo di euro a Silvio Berlusconi per comprare il Milan. Il Cavaliere, allora, rifiutò e al-Thani optò per prendere il PSG: voleva un club non affermato a livello internazionale per portarlo in cima all’Europa e al mondo del pallone. Più o meno quello che ci sarebbe da fare adesso con un Milan che riparte da zero e senza coppe.

Secondo ‘Il Giornale’, “con la coppa del Mondo che si disputerà nel 2022 in Qatar, il Milan sarebbe un ulteriore biglietto da visita unico. Fanno il resto il nuovo stadio e la possibilità di esplorare il mercato italiano dopo quello francese e spagnolo da parte dei miliardari qatarioti, che hanno già messo gli occhi e le mani sui diritti televisivi esteri. E poi il primo amore non si scorda mai”. Lo ribadiamo: al momento resta soltanto e solamente una pura suggestione, anche perché le trattative sono sull’asse Cina-America. Leggi qui, a questo proposito, a che punto sono i negoziati con Commisso.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. pohl - 2 anni fa

    c’è una piccola precisazione da fare! Ma è un grandissimo impedimento affinchè ciò si avveri! Nello scudetto del Milan appare una croce e questo non può essere tollerato da un paese musulmano! Probabilmente per questo, anni fa, la Barbara B. presento un nuovo marchio Milan, una sfera con i colori rosso neri a spirale! Meditate gente, meditate!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy