Milan, acquisti ma anche cessioni: gli esuberi sono tanti

Milan, acquisti ma anche cessioni: gli esuberi sono tanti

Il mercato del Milan non è concentrato esclusivamente alle entrate, ma anche alle uscite: gli esuberi iniziano ad essere parecchi

di Alessio Roccio, @Roccio92

CALCIOMERCATO MILAN – Ore importanti in casa Milan per quanto riguarda il mercato estivo, che ha aperto i battenti ufficialmente ieri 1 luglio 2019. Proprio nella giornata di lunedì, i rossoneri hanno fatto atterrare a Linate il nuovo terzino sinistro in arrivo dal Real Madrid Theo Hernandez, che con ogni probabilità vestirà la maglia da titolare nella prossima stagione.

Oggi, invece, potrebbero esserci dei passi importanti per quanto riguarda il futuro di Jordan Veretout, con l’incontro a pranzo tra i dirigenti rossoneri e quelli della Fiorentina. Il centrocampista francese è considerato una priorità per Zvonimir Boban e il Milan proverà a fare di tutto per prenderlo, soprattutto dopo aver mollato Stefano Sensi e aver lasciato la strada spianata ai cugini interisti.

Il club di via Aldo Rossi, però, non sta pensando solo ai nuovi innesti, ma anche alle cessioni. Alcune considerate prioritarie per poter fare cassa, altre per via del loro ruolo all’interno della rosa, che con Marco Giampaolo rischierebbero di trovare uno spazio limitato.

Innanzitutto, il reparto portieri. Esattamente come la passata stagione, il Milan ha al momento in rosa 4 estremi difensori: I fratelli Donnarumma, Reina e Plizzari. Quest’ultimo dopo il secondo Mondiale U20 della sua carriera giocato da protagonista, vorrebbe rientrare maggiormente nei piani della società – che lo ha blindato fino al 2024 – oppure andare a giocare in prestito. Il tutto è legato alla partenza o meno di Gigio Donnarumma: in questo caso Reina diventerebbe il titolare e il classe 2000 la prima alternativa.

Nel reparto arretrato, il ruolo maggiormente affollato riguarda la corsia mancina. Con l’arrivo di Theo Hernandez, due tra Laxalt, Ricardo Rodríguez e Strinic lasceranno Milanello. Le due competizioni obbligano il Milan a ridurre il numero della rosa, ma non è detto che non possa arrivare un altro terzino in caso di partenza dello svizzero e di uno tra il croato e l’uruguaiano (magari Mario Rui che piace tanto a Giampaolo).

In avanti chi può lasciare? Suso alla fine potrebbe anche decidere di restare, forse in assenza di offerte realmente importanti, mentre Castillejo rientrerà in patria. Il Valencia e il Siviglia hanno espresso gradimento e le sue caratteristiche rischiano di essere poco utili al gioco dell’ex tecnico della Samp. Poi c’è il tuttofare Borini: anche lui potrebbe essere pronto a fare le valigie, ma verrà valutato in ritiro. Andre Silva resta un’incognita (30 milioni può partire), mentre Cutrone – il cui prezzo è 25 milioni – potrebbe anche essere usato come contropartita: continua a leggere>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy