Genoa-Milan, Giampaolo: “Elogio i miei ragazzi per carattere e temperamento”

Genoa-Milan, Giampaolo: “Elogio i miei ragazzi per carattere e temperamento”

Marco Giampaolo, tecnico rossonero, ha parlato ai microfoni di ‘DAZN’, al termine del match Genoa-Milan di ‘Marassi’: ecco le sue dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILANMarco Giampaolo, tecnico rossonero, ha parlato ai microfoni di ‘DAZN‘, al termine del match Genoa-Milan di ‘Marassi‘. Queste le dichiarazioni di Giampaolo:

Sul rigore di Lasse Schöne: “Sono abbastanza freddo durante la partita, riesco ad essere lucido. Ho anche dubbi se ci fosse o meno il rigore. Ma Pepe Reina ha personalità per recuperare dagli errori. Ho avuto fiducia nel mio portiere”.

Sul Milan del secondo tempo: “Partita difficile, siamo andati sott’acqua. La squadra è stata brava a tirare fuori la testa in un momento difficilissimo. La pressione era tanta, siamo una squadra giovane, dobbiamo essere all’altezza di questa pressione. Faccio un elogio ad i miei ragazzi per non aver mollato. Avevo chiesto una risposta caratteriale ai ragazzi e sarò determinato affinché le partite siano di questo livello. Ma chiaramente punto ad una squadra più libera dal punto di vista mentale per vedere gioco di altro livello”.

Su Lucas Paquetá: “È un ottimo giocatore, in alcuni momenti ci può stare che si sia meno lucidi. Paquetá è entrato bene in campo, in partita, così come Rafael Leao. Ma non condanno Hakan Calhanoglu”.

Sull’intervallo: “Volevo che la squadra uscisse a testa alta, mi sono preoccupato di questo, di non sanguinare mai davanti gli squali. Questa è la cosa più importante”.

Su Rafael Leao: “Sono attaccato ad entrambi, a lui ed a Krzysztof Piatek. Hanno caratteristiche diverse, ma sono attaccato ad entrambi, perché il Milan ha bisogno di entrambi. Poi uno ha una caratteristica tecnica, uno un’altra. Il mio compito, il mio obiettivo, è quello di tenerli tutti lì”.

Sulla gara: “Io mi aspetto di veder giocare meglio a calcio quando avremo più leggerezza. Oggi sapevo che sarebbe stato difficile, abbiamo fatto anche discretamente bene, ma erano anche le caratteristiche a cui attingere. Dovevamo raschiare il fondo del barile dal punto di vista temperamentale, oggi avevamo altri obiettivi”.

Su Giacomo ‘Jack’ Bonaventura: “Oggi avevamo bisogno di personalità, della capacità di saper gestire le difficoltà della partita. Poi avevamo bisogno di leggerezza. Mi è piaciuto molto, sa gestire la partita, la palla, ha i tempi di gioco. Con tre attaccanti puri faccio fatica a trovare equilibrio, lui ci ha dato equilibrio, così come faceva il Milan negli anni scorsi, mai con attaccanti puri. Lui oggi in quel ruolo ce lo ha dato, perché sa anche giocare”.

Sul suo stato d’animo: “Non siamo mai sereni (sorride, n.d.r.)”. Per le pagelle della sfida dello stadio ‘Luigi Ferraris‘ di Genova tra Genoa e Milan, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy