Sampdoria-Milan, Pioli: “Continuità e mentalità dovranno essere punti fermi”

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha parlato in conferenza stampa al termine di Sampdoria-Milan: ecco le sue dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Conferenza stampa Pioli , dichiarazioni Post Partita (Grafica)

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWSStefano Pioli, tecnico rossonero, ha parlato in conferenza stampa al termine di Sampdoria-Milan, match disputatosi a ‘Marassi‘ e valido per la 37^ giornata di Serie A. Queste le dichiarazioni di Pioli:

Sullo stato di forma del suo Milan: “Ci tengo a sottolineare che non è solamente dopo l’interruzione del campionato che questa squadra sta dimostrando di avere delle buone qualità. E’ da gennaio che siamo di ottimo livello e abbiamo una classifica in quel periodo da secondo-terzo posto in classifica. Non dobbiamo avere rimpianti, dobbiamo essere bravi a finire bene, al di là del risultato che farà stasera la Roma. Poi dovremo essere bravi a consolidare tutto ciò che abbiamo fatto di buono dal 6 gennaio nella prossima stagione”.

Sull’importanza di Zlatan Ibrahimović per i rossoneri: “Che Ibra sia stato importantissimo per la nostra crescita questo è evidente. Non è stato solo l’arrivo di Ibra, è stato un lavoro fatto anche nei mesi passati. E’ arrivato Simon Kjaer, è cambiato il modulo e sono cambiate una serie di cose che ci hanno permesso di mettere in campo delle prestazioni ottime con la giusta continuità”.

Sui due punti fermi in vista della prossima stagione: “La continuità del rendimento della squadra e la mentalità dovranno essere due nostri punti fermi. La squadra deve voler comandare e fare la partita. Dovrà essere una filosofia di gioco che dovremo mettere sempre sul campo”.

Su cosa perderebbe il Milan senza Ibra l’anno prossimo: “E’ sbagliato in questo momento da parte mia mettere il carro davanti ai buoi. Dobbiamo giocare ancora una partita, sappiamo quello che abbiamo fatto e quello che vogliamo fare. E poi ci sarà chi dovrà decidere”.

Sulla preparazione estiva che può cambiare in base al posto in classifica: “Non cambieranno le tre settimane che ci separeranno dal raduno, se verrà confermato l’inizio di campionato il 12 settembre. E’ chiaro che se faremo i preliminari sarà già un settembre impegnativo, perché giocheremo tre preliminari e tre partite di campionato. La squadra si sta abituando a giocare con continuità. Credo sia meglio giocare piuttosto che fare delle settimane di allenamento. Non sarebbe un problema. Se riuscissimo ad evitare i preliminari, ovviamente, sarebbe un inizio più tranquillo, ma comunque ci faremo trovare pronti. Non credo che cambieremo la preparazione in base al quinto o al sesto posto”.

Su cosa lo sorprende della sua squadra: “Non mi sorprende niente, sento che la squadra adesso ha fiducia e voglia di giocare con continuità 95 minuti, di stare insieme e di esultare insieme. Dobbiamo solamente essere bravi a ricaricare le batterie, raschiando il barile, perché siamo veramente stanchi”.

PER LE PAGELLE POST-PARTITA DEI CALCIATORI ROSSONERI CONTINUA A LEGGERE >>>

PER LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA DI ZLATAN IBRAHIMOVIĆ CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUI SOCIAL: CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy