Giampaolo, il Milan fa mea culpa: Maldini e Boban cercano la scossa

Giampaolo, il Milan fa mea culpa: Maldini e Boban cercano la scossa

Paolo Maldini e Zvonomir Boban, nel corso della conferenza stampa di presentazione di Pioli, hanno fatto mea culpa sulla scelta di Giampaolo

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

ULTIME NEWS MILAN – Sono tanti i tifosi arrabbiati con Paolo Maldini e Zvonomir Boban per i risultati ottenuti in questo inizio di stagione. La scelta di esonerare Marco Giampaolo, infatti, è stata vista da molti come l’ennesima dimostrazione di una società che non ha ben chiara la direzione da intraprendere, ma in realtà le cose non stanno esattamente così.

I due dirigenti, nel corso della conferenza stampa di presentazione di Stefano Pioli, non si sono sottratti alle loro responsabilità, ammettendo di aver fatto probabilmente uno sbaglio a ingaggiare Giampaolo, sebbene in estate sembrasse la scelta migliore. A tal proposito, Maldini è stato molto chiaro: “Giampaolo era una scelta ponderata, condivisa ed era una scelta giusta perché volevamo una squadra giovane. Ci siamo resi conto che la cosa non funzionava. Può essere un azzardo, una scelta difficile ma fa capire che noi vogliamo essere protagonisti in questa stagione. Non possiamo considerare persa questa annata solo per qualche risultato sbagliato ad inizio stagione”.

In pochi possono mettere in discussione l’amore di Maldini e Boban nei confronti del Milan, e dunque questo avvicendamento in panchina ha come unico scopo quello di non buttare via una stagione già nel mese di ottobre. Certo, i dirigenti hanno ammesso come la squadra non sia tra le più competitive d’Italia, considerando soprattutto la mancanza di esperienza, comprendendo dunque anche le iniziali difficoltà di Giampaolo, ma la squadra rossonera non può essere quella vista in questo inizio di stagione, così come ha dichiarato lo stesso Boban: “Non siamo i più forti al mondo, non siamo la miglior squadra in Italia, ma siamo più forti di quanto visto. Possiamo ottenere migliori risultati e miglior gioco”.

Insomma, adesso per il bene del Milan bisogna azzerare tutto. La dirigenza ha ammesso le proprie colpe, i tifosi hanno manifestato il proprio dissenso, ma ora bisogna ripartire nel modo migliore, perchè questa stagione dopotutto è da poco iniziata. La scelta di affidarsi a Pioli è stata probabilmente impopolare, ma solo a fine annata si potrà fare un vero bilancio sull’operato di Maldini, Boban, Massara e tutti gli altri. Solo il campo potrà dare un giudizio definitivo, tenendo ben presente che la svolta di risultati e di gioco deve arrivare il prima possibile. A proposito del neo allenatore rossonero, ecco il passaggio chiave della conferenza stampa di oggi, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy