Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

BOLOGNA-MILAN

Bologna-Milan, Mihajlovic: “I rossi ci stanno, ma oggi meglio noi di loro”

Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna (credits: GETTY Images)

Mihajlovic, tecnico rossoblu, ha parlato a 'DAZN' al termine di Bologna-Milan, partita della 9^ giornata della Serie A 2021-2022.

Stefano Bressi

Il tecnico rossoblu Sinisa Mihajlovic ha parlato ai microfoni di 'DAZN' al termine di Bologna-Milan, partita della 9^ giornata della Serie A 2021-2022. Queste le sue dichiarazioni: "Ho chiesto spiegazioni per l'espulsione di Soumaoro. Vedendo le immagini era fallo, ma non credo sarebbe arrivato sulla palla Krunic. Non voglio parlare dell'arbitro, ma credo che siano due espulsioni. Non era intenzionale, ma ci poteva stare. Non voglio parlare di questo però, preferisco parlare della mia squadra. Abbiamo perso 3 punti, ma abbiamo vinto su tutto. 11 vs 11 abbiamo giocato meglio. Con un uomo in meno abbiamo recuperato due gol e con due uomini in meno abbiamo avuto due occasioni per vincere. Forse se non trovavano quel gol con Bennacer magari non perdevamo, ma eravamo stremati. Come ho detto ai miei giocatori, dobbiamo essere orgogliosi. Abbiamo dimostrato di essere forti. Penso che possiamo giocarcela con tutti e l'abbiamo dimostrato oggi. A questo Bologna mancano 3-4 punti, sicuramente. Poi oggi abbiamo giocato con la seconda in classifica, andati sotto 2-0 con un uomo in meno, siamo riusciti a pareggiarla e con due uomini in meno potevamo passare in vantaggio. Poi non so come sarebbe finita, ma al di là del risultato sono contento. Loro hanno avuto solo un'occasione, noi non siamo andati in difficoltà, anche se eravamo di meno. Poi a lungo andare ci sta subire gol... Sull'espulsione di Soumaoro è stato bravo Krunic a inserirsi, noi siamo arrivati in ritardo. In fase difensiva però abbiamo fatto bene. Abbiamo preso il primo gol deviato, non abbiamo sofferto. Le grandi squadre poi se hanno occasioni segnano, ma in 11 vs 11 siamo stati superiori. Barrow è un esterno, ma può fare la seconda punta. Sa giocare, poi se gli capita la butta dentro. Il cambio di ruolo lo ha aiutato. Dopo la partita sono scappato in spogliatoio, non ho visto Ibrahimovic. Conoscendomi è stato meglio così... Non era difficile che Ibra fosse più bravo ancora in campo che a Sanremo..."

tutte le notizie di