Tre gare per capire quanto dista l’Europa: Montella cerca il vero Milan

Tre gare per capire quanto dista l’Europa: Montella cerca il vero Milan

Prima della nuova sosta per le Nazionali, il Milan affronterà la Lazio, la Fiorentina ed il Sassuolo: tutte avversarie dirette per l’Europa League

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Alla vigilia della trasferta di Napoli, seconda giornata di questo campionato di Serie A, Vincenzo Montella, come ha ricordato l’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’, aveva individuato in 10 partite la ‘forbice’ di tempo per essere in grado di definire le ambizioni stagionali del suo Milan. Probabilmente, però, ha sottolineato ancora la ‘rosea’, non servirà spingersi così tanto in là. Forse, di partite, ne bastano soltanto altre tre: il Milan, infatti, è atteso, in due settimane, da un trittico di sfide in chiave europea, contro Lazio, Fiorentina (in trasferta) e Sassuolo, che tanto potranno dire sul resto del cammino rossonero in questa stagione.

Lazio, Fiorentina e Sassuolo, verosimilmente, saranno lì a sgomitare con il Milan per un posto in Europa League: ecco perché, quella di domani sera contro i biancocelesti a a ‘San Siro’, rappresenta il primo, vero banco di prova per Montella, il quale, finora, ha mostrato due versioni della squadra: quella elegante, capace di regalare sprazzi di bel gioco e divertimento alla platea, e quella ‘con le toppe’. Non propriamente il massimo, per una squadra che fa della discontinuità la sua dote peggiore da qualche anno a questa parte.

Sarà importante, ha evidenziato ancora ‘La Gazzetta dello Sport’, il lavoro psicologico che Montella farà, con costanza, sui suoi giocatori: li terrà sulla corda, mischierà in continuazione le carte, toglierà certezze a chi ne ha troppe e ne darà a chi ne ha poche. Quello di Carlos Bacca, finora, è stato l’esempio più ‘rumoroso’. Il tecnico dovrà essere bravo ad arrivare a metà stagione, alla riapertura del mercato, con una classifica, ed una stagione, non compromessa, in grado di essere in corsa con tutti gli obiettivi. Queste due settimane, e le sfide che attendono il Milan, forniranno già una chiave di lettura più chiara in tal senso.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, stai attento: Donnarumma va blindato subito

Milan-Lazio: i rossoneri in serie positiva a ‘San Siro’ da 27 anni

Milan, si cambia: la rivoluzione di Montella

Gustavo Gómez: “Il Milan è un orgoglio e un’emozione: mi piace il gioco di Montella”

San Siro fa 90 anni. Le serate più belle vissute dal Milan nel suo stadio

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Su Google Plus

Su Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy