Rinnovo Donnarumma: tra Milan e Raiola ostacoli, clausole e commissioni

Rinnovo Donnarumma: tra Milan e Raiola ostacoli, clausole e commissioni

Non è ancora chiusa la partita per la conferma di Gianluigi Donnarumma al Milan. Il portiere, intanto, salta la maturità e va in vacanza ad Ibiza

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Gianluigi Donnarumma, in un modo o in un altro, finisce sempre al centro dei riflettori. Oggi, come ha ricordato ‘La Gazzetta dello Sport’, il 18enne portiere rossonero era atteso a Vigevano per svolgere gli esami di maturità di ragioneria ma, come da indiscrezioni dei giorni scorsi, tutto ciò non è avvenuto: ieri, infatti, è salito su un aereo con la sua fidanzata Alessia ed è partito alla volta di Ibiza, per godersi le vacanze ed allontanarsi quanto più possibile dal clamore mediatico intorno a sé. Con buona pace dei genitori che avrebbero preferito, al contrario, vederlo concludere il suo percorso di studi.

Poco male, perché, comunque, Donnarumma è un anno avanti (anche se nella prossima estate ci saranno i Mondiali …) e perché, così facendo, può staccare la spina per un po’ prima di rituffarsi nella nuova stagione sportiva. Un’annata, la 2017-2018, che lo vedrà sicuramente indossare la maglia del Milan, anche se la partita per il rinnovo del suo contratto, in scadenza tra meno di un anno, secondo la ‘rosea’ non è poi così chiusa come sembra. Donnarumma e la famiglia hanno trovato l’accordo con il club rossonero, e che accordo: cinque anni di contratto a 6 milioni netti l’anno, più ingaggio da un milione l’anno per il fratello Antonio, che sarà il suo vice tra i pali della porta del Milan, ed una doppia clausola rescissoria: 50 milioni di euro se il Milan fallirà l’ingresso in Champions League; 100, al contrario, se i rossoneri di Vincenzo Montella concluderanno la stagione entro le prime quattro squadre del campionato di Serie A.

Il Milan è ottimista, l’amministratore delegato Marco Fassone appare molto positivo, convinto di come una risposta definitiva, senza mettere pressione o dare alcun ‘aut aut’ al giocatore, arriverà presto, entro un paio di giorni. Mino Raiola, però, agente di Donnarumma, è segnalato come non propriamente contento della piega che sta prendendo la vicenda. I rapporti tra Fassone e Raiola sono ottimi, i due si parlano costantemente ma il procuratore campano, al contempo, si sta interfacciando anche con la famiglia Donnarumma per soppesare tutti i pro ed i contro della proposta del Milan. In particolare, Raiola non sarebbe convinto dall’entità delle clausole, a suo giudizio troppo alte, e nel discorso, ovviamente, vorrà approfondire anche quello legato alle commissioni che gli spetteranno per il rinnovo del contratto del suo assistito.

Particolare, questo, da non sottovalutare, perché il Milan, in questo periodo, si è preoccupato di trovare il modo di tutelare uno dei suoi giocatori più forti e rappresentativi mandando in secondo piano le ‘vecchie abitudini’ nelle relazioni con i procuratori. Argomenti che, con Raiola, vanno però sempre affrontati. La sensazione, ha concluso ‘La Gazzetta dello Sport’ è che nessuno voglia turbare i lavori in corso per il rinnovo ma anche questi ‘fatidici dettagli’ potranno fare ampiamente la differenza.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan-Raiola-Donnarumma, il rinnovo è la soluzione migliore per tutti

Roma: “Donnarumma è il portiere del futuro, ma ora servono i fatti”

Bucchi: “Donnarumma? A quell’età conta il cuore, non il portafogli”

Mihajlovic: “Donnarumma? Questa trattativa sta durando troppo”

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy