Panchina Milan, Giampaolo e un flop durato tre mesi: ecco le sue colpe

Panchina Milan, Giampaolo e un flop durato tre mesi: ecco le sue colpe

“Il Corriere della Sera”, in edicola questa mattina, svela i retroscena relativi all’esonero di Marco Giampaolo, che non è più il tecnico del Milan

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

ULTIME NEWS MILAN – Titoli di coda di una storia mai nata. Come viene riportato dal Corriere della Sera, indipendentemente da chi arriverà, Marco Giampaolo non è  più l’allenatore del Milan. Dopo solo sette giornate. Il tecnico, che per tutta la vita aveva sognato un’occasione del genere, sperava e probabilmente meritava un finale diverso, visto che nel calcio che conta è arrivato solo con le sue qualità, senza spinte né compromessi.

Ma quali sono i motivi che hanno spinto la società a prendere questa decisione? Uno dei principali è stato quello di intestardirsi su alcune scelte che non hanno pagato. L’integralismo non è mai una buona cosa, soprattutto per un club come il Milan: fissarsi con il trequartista, anche se non ce l’hai, è un esempio di quanto scritto. Solo nelle ultime partite si è virato definitivamente sul tridente, ma nel frattempo si sono persi due mesi di lavoro.

Un altro motivo è la strampalata formazione che Giampaolo ha schierato contro il Genoa. Rinunciare in una partita così importante a giocatori come Rafael Leao e Lucas Paqueta è stato il punto di non ritorno. Certo, l’allenatore si è corretto nell’intervallo con l’ingresso dei giocatori citati, ma per Maldini e Boban è la prova di come il tecnico sia in stato confusionale.

La verità è che il Milan e Giampaolo non sono mai stati in sintonia, o quantomeno da quando è iniziato il campionato. La sconfitta di Udine alla prima giornata ha lasciato molto perplessi, ma i dubbi sono cresciuti di settimana in settimana: mancanza di un gioco e di un’identità, lo scarso utilizzo dei nuovi acquisti e l’insistenza della vecchia guardia. Altro motivo? Il deprezzamento dei top come Piatek e Paqueta, che hanno irritato molto Elliott. Insomma, quella di Giampaolo per il Milan è stata una scommessa persa, ma bisogna essere consapevoli che le responsabilità non sono tutte le sue. Spesso esonerare l’allenatore aiuta, ma non sempre basta. Intanto clamorosa indiscrezione dal Portogallo su Jose Mourinho al Milan, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy