Gazzetta – Milan-Fiorentina, le pagelle: si salva solo Rafael Leao

Gazzetta – Milan-Fiorentina, le pagelle: si salva solo Rafael Leao

Rafael Leao, autore del suo primo gol in maglia rossonera, nota positiva del Milan contro la Fiorentina. Disastroso il resto della squadra: voti e giudizi

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILAN – Ennesima notte da incubo per il Milan, che dopo le sconfitte contro Inter (0-2) e Torino (1-2) cade ancora una volta, a ‘San Siro‘, al cospetto della Fiorentina (1-3). Quarta battuta d’arresto in sei gare per i rossoneri e la zona retrocessione, adesso, dista soltanto un punto …

La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, come ogni weekend, ha assegnato voti e stilato giudizi sui calciatori del Milan. Il migliore in campo, nella fila del Diavolo, è stato l’attaccante portoghese Rafael Leao, classe 1999, autore del suo primo gol in maglia rossonera. Una bella azione personale, con slalom in area di rigore e diagonale sul palo più lontano, purtroppo ininfluente ai fini del risultato finale.

Rafael Leao è stato premiato dalla ‘rosea‘ con un 7 in pagella anche per i tanti altri spunti forniti durante la gara. È lui, il numero 17, l’unica nota lieta del Milan. Sufficienza piena, voto 6, per Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma, che, dopo aver disarmato Federico Chiesa ed Erick Pulgar, ha neutralizzato un calcio di rigore dello stesso Chiesa. In ripresa dopo la brutta prestazione di giovedì scorso allo stadio ‘Olimpico – Grande Torino‘.

Quindi, insufficienza lieve, voto 5,5, per Davide Calabria (“In apnea come tutti, ma è l’ultimo a mollare, un paio di cross erano da sfruttare”). Da questo momento in poi, per ‘La Gazzetta dello Sport‘, soltanto insufficienze piene e molto gravi per i calciatori del Milan. Voto 5, pertanto, rifilato ad Alessio Romagnoli, Theo Hernández, Franck Kessie, oltre che ai subentrati Rade Krunic e Léo Duarte, entrambi debuttanti in campionato nella ripresa con il Diavolo.

Voto 4 al tecnico rossonero, Marco Giampaolo, così motivato dalla ‘rosea’: “Mistero profondo: il Milan è scomparso e del primo tempo con il Torino non c’è traccia. Cioè, non c’è traccia di nulla. Appoggi sbagliati, squadra ferma. Difficile da credere”. Medesimo voto in pagella, quindi, per Mateo Musacchio, espulso ad inizio ripresa, Hakan Calhanoglu (“Due dei tre gol avversari passano da lui”), Jesús Suso e Krzysztof Piatek (“Non pervenuto”).

Peggiore in campo, però, è risultato essere, quasi logicamente, Ismael Bennacer, anch’egli voto 4, perché oltre ad aver sbagliato appoggi ed aperture sin dai primi minuti di gioco, ha provocato la concessione di due calci di rigore, netti, in favore della Fiorentina. Ma Giampaolo può saltare? Ci sarebbero già pronti due sostituti … continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy