Milan-Lazio, le pagelle rossonere: super Çalhanoğlu, da rivedere Antonelli

Milan-Lazio, le pagelle rossonere: super Çalhanoğlu, da rivedere Antonelli

Hakan Çalhanoğlu migliore in campo nella fila del Milan nel successo per 2-1 sulla Lazio: voti e giudizi rossoneri de ‘La Gazzetta dello Sport’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Grande festa, ieri sera, a San Siro, per la terza vittoria consecutiva del Milan in campionato: a farne le spese è stata la Lazio, battuta per 2-1. Il Diavolo ha così conquistato il suo primo successo stagionale contro una squadra che lo precede in classifica: buon viatico per i mesi a venire. Migliore in campo del Milan, secondo ‘La Gazzetta dello Sport’ in edicola questa mattina, è stato il turco Hakan Çalhanoğlu.

Il numero 10 rossonero è stato premiato con un 7 così motivato: “Non è un trequartista inutile. Gattuso gli ha ridato identità con una collocazione che ne tira fuori il meglio. Potente al tiro, preciso nell’assist per la ‘gomitata’ di Cutrone”. Stesso voto anche per Davide Calabria (“Il cross per il 2-1 come acuto, un inesauribile ‘operaismo’. Nel solco di Anquilletti”), Alessio Romagnoli (“Provvidenziale la toppa sul tiro ravvicinato di Sergej Milinković-Savić, quasi azzerati i fronzoli”), Franck Kessié (“L’unico del Milan che abbia peso specifico e muscoli per resistere a Milinković-Savić”), Giacomo ‘Jack’ Bonaventura (“Prepotente nell’inserimento frontale e nel colpo di testa sfonda-rete per il 2-1, continuo nel disbrigo degli affari correnti”), Jesús Suso (“Ondeggia da destra al centro per azionare il suo mancino di velluto: irridente con il tunnel a Lucas Leiva”) e Patrick Cutrone (“Ha segnato di gomito, è vero. Ma cosa doveva fare? Costituirsi? Affamato, assatanato, tarantolato”).

Voto più alto, però, è andato al tecnico rossonero, Gennaro Gattuso, che ha ricevuto un bel 7,5 dalla ‘rosea’: “Ora sì che si vede qualcosa di serio. Milan con idee chiare: allargare o verticalizzare, sovrapposizioni laterali o inserimenti centrali. Sbagliati soltanto gli innesti di Silva e Borini”. Sufficienza ampia per Lucas Biglia, voto 6,5, e sufficienza piena, voto 6, per Gianluigi Donnarumma, Leonardo Bonucci e Ignazio Abate.

Infine, le pochissime note dolenti nella bella serata vissuta dal Milan. Il portoghese André Silva, voto 5 (“Ancora non ci siamo, come dimostrano il gol sbagliato ed un paio di palloni perduti. Chissà se Gattuso riuscirà a scongelarlo”) e Luca Antonelli, con il medesimo voto, ma giudicato da ‘La Gazzetta dello Sport’ quale peggiore sul rettangolo verde del ‘Meazza’: “Troppo larga la sua ‘non marcatura’ su Adam Marušić. Probabile che incida il lungo ‘fermo biologico’ a cui è stato costretto negli ultimi mesi. Gli mancano la giusta tensione ed attenzione”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan-Lazio, la moviola: gol di Cutrone da annullare ma quasi impossibile da vedere

Le dichiarazioni di Gennaro Gattuso a ‘Premium Sport‘, ‘Sky Sport‘, ‘Milan TV‘ e in conferenza

Bonucci: “Gattuso ci ha unito tutti, trasmettendoci fame e umiltà”

Bonaventura: “Con Gattuso stiamo tutti meglio. Ora testa alla Coppa Italia”

Calabria: “Abbiamo lavorato bene: ora c’è fiducia”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy