Gazzetta – Berlusconi: “Giampaolo? Scelto grazie ai miei consigli”

Gazzetta – Berlusconi: “Giampaolo? Scelto grazie ai miei consigli”

Silvio Berlusconi, ex Presidente del Milan, a Milano per la presentazione del libro di Arrigo Sacchi ha manifestato la volontà di incontrare Marco Giampaolo

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – Ieri sera, a Milano, è stato presentato il libro ‘La Coppa degli Immortali‘, ad opera di Arrigo Sacchi, che ripercorre i momenti che hanno portato il Milan a vincere la Coppa dei Campioni nel 1989, a Barcellona, contro la Steaua Bucarest. All’evento erano presenti tanti protagonisti, di campo, di quella squadra rossonera. Sul palco, con Sacchi, anche Silvio Berlusconi, all’epoca Presidente del Milan, ed Adriano Galliani, ex amministratore delegato.

Berlusconi, che ha più volte preso parola durante l’evento, come sottolineato da ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, ha catalizzato l’attenzione dei presenti, ricordando che volle Sacchi alla guida del Milan dopo aver visto come giocava il suo Parma, che quella squadra “nacque a Pomerio, tra gli esercizi spirituali. Io divenni fratello maggiore dei giocatori e un sostegno per l’allenatore. Trasmisi ai ragazzi il desiderio di diventare vincenti. Fu una società che divenne una famiglia”.

L’ex Presidente, che ha definito quella del 24 maggio 1989 a Barcellona come “la notte più bella della mia vita”, è passato poi a parlare del momento attuale del Diavolo: “Il Milan mi manca e nell’ultimo anno devo dire che l’ho guardato con dispiacere, perché è molto diverso da quello che abbiamo creato noi. Anche per il modulo, certo. Ho visto partite troppo difensive, con pochissimi tiri in porta. Marco Giampaolo però ama il bel gioco e ha una mentalità offensiva”.

Su Giampaolo, Berlusconi ha incalzato: “Lo voglio incontrare per dargli qualche suggerimento sul modulo e su come impiegare i singoli giocatori”. Il leader di Forza Italia è poi tornato a parlare anche di Yonghong Li, a cui cedette il club il 13 aprile 2017. “Era quello che si fece avanti con più decisione. Pensavamo, però, che si affidasse ad una dirigenza diversa e che potesse assumere professionisti veri. Non è andata così”. Su Paolo Maldini e Zvonimir Boban, l’ex Premier ha detto: “Li conosco come validissimi giocatori, non conosco le loro capacità dirigenziali e manageriali”.

Sulla possibilità di tornare al Milan, Berlusconi ha poi dichiarato: “Non credo, la vita passa. Nei prossimi giorni incontrerò Paolo Scaroni, gli ho già dato parecchi consigli e forse la scelta di Giampaolo dipende proprio da questi. A Gennaro Gattuso, come giocatore, sono molto affezionato; come allenatore ho avuto discussioni per la mancata sintonia sul modulo. Maurizio Sarri? Non siamo entrati nel vivo di una trattativa; Antonio Conte, invece, abbiamo pensato potesse essere una buona scelta, poi non ho più seguito la cosa”. Ha parlato, ma da Arezzo, anche Giampaolo: per le sue dichiarazioni, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy