Maldini: “Stare in ufficio non è mai stato l’obiettivo della mia vita”

Paolo Maldini attraverso una intervista a RollingStone.it, ha parlato del suo primo anno da dirigente: ecco alcune sue dichiarazioni

di Alessio Roccio, @Roccio92

ULTIME MILAN – Paolo Maldini attraverso una intervista a RollingStone.it, ha parlato del suo primo anno da dirigente e di quanto lo abbia stressato questa stagione. “I 9 anni di pausa dopo l’addio al calcio in questa stagione me li hanno fatti pagare tutti. E’ un’esperienza molto impegnativa, decisamente di più rispetto alla carriera da calciatore. Il dirigente non stacca mai con la testa e il telefono suona in continuazione. E’ stressante. E’ un lavoro di rapporti che di per sé provoca una certa fatica, mentre prima dovevo solo pensare al calcio. Stare in ufficio non è mai stato l’obiettivo della mia vita”, conclude Maldini lasciando qualche perplessità sul proprio futuro. Intanto, a capo dell’area tecnica non sarebbe lasciato solo: continua a leggere>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy