Ibrahimovic perno del Milan: giocherà con Piatek o con Rafael Leao?

Zlatan Ibrahimovic imprescindibile per Stefano Pioli nel Milan del 2020: lo svedese potrà giocare alto o basso al centro del tridente rossonero. Ma con chi?

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina ha dedicato un approfondimento tattico al Milan che vedremo in questo 2020, alla luce dell’arrivo di Zlatan Ibrahimovic, il quale, inevitabilmente, cambierà le gerarchie del tecnico rossonero Stefano Pioli.

Ibrahimovic, infatti, sarà perno del nuovo Milan, elemento imprescindibile dentro e fuori il terreno di gioco: aveva lasciato, nel 2012, un Milan che giocava con il 4-3-1-2 e lo ritrova schierato con il 4-3-3, ma poco cambierà. Ibrahimovic, infatti, sarà l’uomo intorno a cui ruoteranno tutte le strategie offensive del Diavolo.

E con qualunque schema Pioli decida di utilizzare. Ibrahimovic al centro, alto o basso nel tridente, a seconda dei compagni di reparto che il tecnico emiliano vorrà affiancargli. Se, come sembra, almeno inizialmente toccherà a Rafael Leao, si va verso un terzetto con Ibrahimovic al centro, il giovane lusitano sul versante sinistro, pronto a regalare imprevedibilità e strappi offensivi, e, a destra uno tra Jesús Suso, Hakan Çalhanoglu e Samu Castillejo.

Nel caso, poi, Pioli decida di passare, in corsa, ad un 4-4-2, per la ‘rosea‘ sarebbe il turco Çalhanoglu il favorito per giocare dall’inizio. Ibrahimovic, in questo sistema di gioco, svolgerebbe, in pratica, il ruolo di ‘regista avanzato’ per aprire gli spazi per gli inserimenti dagli esterni. Nel caso, invece, Pioli schieri Krzysztof Piatek al fianco di Ibrahimovic, con il doppio centravanti, lì sarebbe fondamentale l’apporto di Theo Hernández dal versante mancino. E, naturalmente, il tridente verrebbe completato da un trequartista, probabilmente Çalhanoglu.

Ibrahimovic, in questo sistema di gioco, sarebbe, in pratica, colui che, attirando su di sé la maggior parte delle attenzioni degli avversari, libererebbe in area Piatek, il quale, magari senza troppa pressione addosso, potrebbe tornare a segnare come nella passata stagione. Tutti i centrocampisti rossoneri, però, a prescindere da chi verrà schierato (Franck Kessié, Rade Krunić, Giacomo Bonaventura) saranno chiamati ad alzare il ritmo ed a ragionare in funzione del ‘totem’ Ibrahimovic. Il quale, intanto, oggi è stato presentato in conferenza stampa a ‘Casa Milan‘. Per le sue dichiarazioni, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy