Pellegatti: “Viviamo troppo di ricordi? Si perché noi li abbiamo”

Pellegatti: “Viviamo troppo di ricordi? Si perché noi li abbiamo”

Il giornalista sportivo Carlo Pellegatti ha chiuso con questa frase l’evento “Il Milan degli immortali” che c’è stato ieri pomeriggio a Trento

di Alessio Roccio, @Roccio92

ULTIME NEWS MILAN – Il giornalista sportivo Carlo Pellegatti ha chiuso con questa frase l’evento “Il Milan degli immortali” che c’è stato ieri pomeriggio a Trento. Dopo aver elencato i migliori soprannomi della sua storia rossonera, quelli a cui è maggiormente legato, Pellegatti ha chiuso con una frase emblematica che ha mandato in delirio l’auditorium Santa Chiara: “Soprannomi migliori? Il primo fu Collo d’acciaio Hateley, poi quelli di Baresi. Nessuno lo sa ma il signor Costacurta è stato un Dj, da lì Vibrazioni nell’anima Billy. Ma anche La Carezza del Montenegro Savicevic o Pippo Mio Inzaghi. Ma mi batte il cuore per Smoking Bianco Kakà. A chi vi dice che viviamo troppo di ricordi, rispondete sì, perché noi li abbiamo”.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy