CorSera – Milan, i dubbi della linea verde: l’incubo anno zero

CorSera – Milan, i dubbi della linea verde: l’incubo anno zero

Il Milan in questa stagione ha deciso di ripartire da zero, con tanti giovani acquistati e parallelamente molti punti interrogativi

di Alessio Roccio, @Roccio92

ULTIME MILAN – Il Milan riparte nuovamente. Il club rossonero è all’ennesima stagione zero nel tentativo di tornare grande e a competere nelle zone importanti della classifica. Per farlo ha deciso di ricostruire coi giovani, allestendo la rosa più giovane di tutta la serie A con un’età media inferiore ai 25 anni.

Gioventù è sinonimo di programmazione, ma anche di tempo e, dunque, pazienza perché i risultati difficilmente arriveranno in tempi stretti. Una squadra molto giovane, inesperta che si avvia ad iniziare un lungo percorso di crescita. Forse, però, come ha detto Boban nei giorni scorsi lanciando una frecciatina a Elliott, qualche giocatore di esperienza andava preso.

Qualche errore di mercato è stato commesso, come scrive il CorSera. Uno di questi è stato certamente il fissarsi per due mesi su Angel Correa, senza lavorare seriamente su piano B, ed essere costretti alla fine a puntare su Ante Rebic in prestito. Un’opera di rinnovamento totale e la sensazione è che al momento il Milan non possa essere immediatamente competitivo per la Champions.

La linea verde è una gran cosa se devi costruire e progettare, ma al contrario se devi vincere subito non è la strada più adatta. Servirà a tutti tempo per crescere e per maturare. A Piatek, la cui crisi da gol continua, agli ottimi Bennacer, Paquetà e Theo Hernandez, ma anche allo stesso Giampaolo che ha mostrato buone cose nella sua carriera, ma che in una big come il Milan non c’è mai stato. Intanto, su Piatek ha parlato Pippo Inzaghi: ecco le sue parole>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy