CHAMPIONS LEAGUE

Milan, Pioli: “Giocato con una squadra forte. Calabria? Preso un colpo in testa”

Stefano Pioli (allenatore AC Milan) oggi in conferenza stampa (Serie A 2021-2022) | AC Milan News (Getty Images)

Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha parlato in conferenza dopo Milan-Porto, gara del 4° turno del Gruppo B della Champions League 2021-22

Enrico Ianuario

Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha parlato in conferenza stampa dopo Milan-Porto, partita della 4^ giornata del Gruppo B della Champions League 2021-22. Ecco le sue dichiarazioni.

Se si pensava già al derby nel primo tempo: "Adesso penso al derby, sì, ma non prima e credo che lo stesso valga per i ragazzi. Abbiamo perso palla a metà campo e subito gol, abbiamo giocato contro una squadra forte. Nel primo tempo non siamo stati lucidi nelle scelte, poi l'abbiamo giocata con veemenza e intensità. Peccato non averla vinta".

Sulle condizioni di Calabria e Rebic: "Calabria ha preso un colpo in testa, non era molto presente ma non credo che possa non recuperare. Rebic sta un po' meglio, vediamo nei prossimi giorni".

Se c'è rammarico per il primo tempo o soddisfazione per il secondo: ""A metà fra le due cose. Nella ripresa abbiamo sicuramente giocato bene, con intensità. Nel primo tempo abbiamo fatto fatica: potevamo fare meglio, in queste partite ci devi stare per novanta minuti. Non averla vinta ci complica il percorso, ciò non toglie che giocheremo ancora due partite, di grandissimo livello, con grandissimi avversari. Ci proveremo perché vogliamo vincere la prima in Champions".

Cos'è mancata per vincere la partita: "Secondo me, più precisione a livello di passaggi nel primo tempo, anche perché il Porto ha tenuto una linea molto alta, c'era la possibilità di palleggiare meno e giocare più profondo. A volte ci siamo mossi coi tempi giusti e il servizio non è arrivato nel modo adatto, a volte non abbiamo proprio guardato avanti. Loro è altrettanto vero che hanno fatto una pressione molto forte".

Cosa ha detto alla squadra al termine della partita: "Che bisognava fare scelte più lucide, più adatte alle situazioni di gioco. C'era la possibilità di riprendere la partita e i ragazzi sono stati bravi. Purtroppo non siamo riusciti a segnare il secondo gol".

tutte le notizie di