Montella, difesa da rivedere: 12 gol in 6 gare sono troppi

Montella, difesa da rivedere: 12 gol in 6 gare sono troppi

Errori singoli e di reparto; il Milan di Vincenzo Montella ha tenuto, finora, la porta inviolata in una sola circostanza: bisogna correre ai ripari

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Milan, è emergenza difesa. Il problema era emerso già negli Stati Uniti, in occasione dell’International Champions Cup: 3 gare, contro Bayern Monaco, Liverpool e Chelsea, 8 gol subiti. Avversarie di rango, certamente, ma il conteggio delle reti incassate dal Milan di Vincenzo Montella non migliora se a queste vengono aggiunte la marcatura del Bordeaux nella prima amichevole stagionale ed i tre gol incassati dal Sassuolo nel ‘Trofeo TIM’. In totale, ha sottolineato ‘La Gazzetta dello Sport’, fanno 12 gol in 6 gare, un solo ‘clean sheet’, contro il Celta Vigo nella mini-partita da 45′, ed in ben tre circostanze le avversarie del Milan hanno calato il tris.

C’è più di qualcosa da correggere in casa rossonera: non si parla soltanto degli errori dei singoli (madornali quelli del colombiano Jherson Vergara sia nel corso della tournée americana sia mercoledì sera al ‘Mapei Stadium’, dove Adriano Galliani si è letteralmente inviperito), ma anche del modo di difendere di tutta la squadra. Sulle palle inattive, ha evidenziato la ‘rosea’, si notano errori nelle scalature (un vecchio vizio), che emergono anche quando gli avversari devono essere presi in consegna sulla mediana. Soprattutto, quando viene messo sotto pressione, l’intero apparato difensivo del Milan sembra andare in costante affanno.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Calciomercato – Napoli, nuovo assalto a De Sciglio

Bentancur, attesa Milan: il Boca Juniors prende tempo

Milan, cambi in società: in uscita Galliani e Gandini

Berlusconi ai tifosi: “Ho venduto il Milan per un atto d’amore”

Nuovo Milan: giovane sì, italiano no

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Su Telegram

Sulla nostra nuova ‘App’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy