Mister Milan: così Pioli ha ricostruito i rossoneri | Serie A News

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Tutti i giocatori al posto giusto, un calcio logico, un gruppo che funziona. Così Stefano Pioli ha rialzato il Milan in un anno

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Stefano Pioli AC Milan

Milan, quanti meriti di Pioli in questo exploit nel 2020

 

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWSStefano Pioli, tecnico rossonero, definito ‘Mister Milan‘ da ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina. Questo perché sono tanti i meriti di Pioli nella super stagione che sta vivendo la squadra rossonera. Che, ad onor del vero, brilla già dalla passata annata quando, a giugno, il calcio è ripreso dopo il lockdown.

Il Milan di Pioli viaggia ad una media-punti per partita superiore a quella di Bayern Monaco e Tottenham. Ma ha anche battuto il record della partenza lanciata della squadra allenata da Carlo Ancelotti nel 2005. Pioli, che potrebbe tornare in panchina per Milan-Celtic di Europa League, giovedì, qualora i tamponi di oggi e domani diano esito negativo, ha raddrizzato il Milan in poco tempo.

Come? Semplice: ha portato tranquillità all’ambiente ed al gruppo, nonché un’idea logica di calcio. Il Milan di Pioli giocava bene già da gennaio 2020. Poi, però, dopo il lockdown, è decollato. Il principale merito di Pioli, secondo la ‘rosea‘, sta nella flessibilità. Ha cambiato modulo, scegliendo il 4-2-3-1, che era perfetto per le caratteristiche dei giocatori a sua disposizione. Così facendo ha celebrato ed esaltato Zlatan Ibrahimović, implacabile cannoniere rossonero.

In difesa, ha rivitalizzato Davide Calabria, che sembrava perso e invece adesso è stato persino convocato nella Nazionale Italiana. Quindi, ha fondato la sua retroguardia su Simon Kjær, il danese arrivato per pochi milioni di euro come scarto dell’Atalanta e dimostratosi tra i più forti marcatori del campionato italiano. A centrocampo, ha valorizzato Franck Kessié, fatto esplodere Ismaël Bennacer, trovato una soluzione tattica (ed un posto in squadra) al promettente Alexis Saelemaekers.

Il Milan di Pioli, poi, sta piano piano esaltando anche le caratteristiche di Rafael Leão: uno che, con il giusto atteggiamento mentale, può diventare un campione. Mettendo tutti questi giocatori nelle loro posizioni ideali, il Diavolo ha iniziato a volare. Mancano soltanto due imprese, al tecnico emiliano, per diventare quasi una divinità a Milanello e dintorni. La prima, convincere Didier Deschamps a convocare Theo Hernández nella Nazionale francese; la seconda, convincere Ibrahimovic a lasciar perdere il ritorno con la Nazionale svedeseCalciomercato Milan, importanti novità sul vice Ibra >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy