Milan, ancora ombre sulla cessione: la Procura valuta l’ipotesi di riciclaggio

La Procura di Milano ha aperto un’indagine sulla cessione del Milan senza reato ed indagati ma nel prossimo futuro la situazione potrebbe precipitare

di Redazione

di Matteo Testa

Silvio Berlusconi ha ceduto il Milan all’imprenditore cinese Yonghong Li quasi un anno fa ma l’operazione che ha portato alla vendita del club di via Aldo Rossi è ancora oggi accompagnata da dubbi e perplessità. La Procura di Milano, tramite il procuratore aggiunto Fabio De Pasquale, ha aperto un’indagine sul closing che non prevede un’ipotesi di reato e nemmeno indagati ma, come riporta l’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’ il futuro societario del Milan potrebbe cambiare radicalmente.

I magistrati hanno infatti la possibilità di aprire un procedimento che prevede l’ipotesi di riciclaggio di denaro e in questo verrebbe chiesta una rogatoria internazionale volta ad ottenere le prove a sostegno dell’accusa. Questa ipotesi non è poi così remota se si considera che l’inchiesta è partita da tre segnalazioni della Banca d’Italia su operazioni sospette trasmesse al Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza. Nel caso in cui effettivamente la Procura decidesse di procedere con l’inchiesta prevedendo il reato di riciclaggio, Fininvest si riterrebbe parte lesa.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Elliott tutela il Milan e prepara l’asta: ecco chi è interessato al club rossonero

Yonghong Li a rischio default? Milan, subentrerebbe Elliott

Milan in pressing su Yonghong Li: servono subito 10 milioni

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy