Ibrahimovic, cinque mesi tutti in salita al Milan: la storia del 2020

MILAN NEWS – Dal licenziamento di Zvonimir Boban all’infortunio, passando per il coronavirus: l’anno di Zlatan Ibrahimovic in rossonero non sta andando bene

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Zlatan Ibrahimovic Milan

MILAN NEWS – ‘La Gazzetta dello Sport‘ questa mattina in edicola ha dedicato un approfondimento a Zlatan Ibrahimovic, classe 1981, attaccante svedese che, dallo scorso mese di gennaio, è tornato a vestire la maglia del Milan dopo un biennio, tra il 2010 ed il 2012, già trascorso in rossonero e caratterizzato dalla conquista di uno Scudetto, una Supercoppa Italiana ed un titolo di capocannoniere della Serie A.

Questo suo secondo matrimonio con il Diavolo, al contrario, si sta caratterizzando per i tanti, troppi problemi: una sorta di corsa ad ostacoli per Ibrahimovic, giacché, dall’inizio del 2020 ad oggi, ne sono successe talmente tante e tutte concentrate nell’arco di pochi mesi. Ibra, per esempio, osserva il Milan ed il Milan non è più quello che lui aveva scelto, a fine dicembre 2019, per rimettersi in gioco in Europa.

Non c’è più Zvonimir Boban, all’epoca Chief Football Officer del club rossonero, licenziato dal fondo Elliott Management Corporation per dissidi con la proprietà e con l’amministratore delegato Ivan Gazidis: il croato era quello che si era battuto più di tutti per rivederlo in maglia rossonera. Paolo Maldini, poi, è con un piede e mezzo fuori dal Milan per essersi pubblicamente messo di mezzo sull’arrivo di Ralf Rangnick, dichiarandosi contrario al tecnico scelto da Elliott per l’anno prossimo.

Ibra, poi, sembra non aver gradito la gestione di alcuni aspetti di vita societaria da parte dell’A.D. Gazidis e, adesso, aspetta di incontrarlo di persona per ascoltare i termini di un’eventuale proposta di rinnovo del contratto anche per la stagione 2020-2021. Zlatan, naturalmente, si aspetta un progetto all’altezza, un Milan con ambizioni da Champions League e che la società lo collochi ‘al centro del villaggio‘.

Boban e Maldini, infatti, gli stavano ‘apparecchiando’ un rinnovo contrattuale in questi termini, ai quali Ibrahimovic avrebbe certamente detto di sì. Poi, è arrivata anche la pandemia da coronavirus a complicare i piani di Ibra e del Milan. La società ha consentito allo svedese di restare a casa sua, a Stoccolma, per allenarsi con l’Hammarby, club di cui è socio, per mantenersi in forma. Al suo rientro in Italia, poi, avvenuto di malavoglia secondo la ‘rosea‘, Ibrahimovic si è infortunato in allenamento a Milanello.

E, logicamente, saltare gli ostacoli, con una lesione al polpaccio, non sembra essere un compito così semplice …. Intanto, un grande ex rossonero, Alessandro ‘Billy’ Costacurta, ha detto la sua sul futuro professionale di Ibrahimovic. Resterà o no al Milan? L’EX DIFENSORE HA RISPOSTO COSÌ: VAI ALLA NEWS >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy