8Centrocampista
Sandro Tonali, centrocampista AC Milan: scheda giocatore e news (Getty Images)

Sandro Tonali

  • Nazionalità:italiana
  • Età:21 (8 maggio 2000)
  • Altezza:1.81 m
  • Peso:80kg
  • Piede:destro
  • Valore di mercato:27 mln

Tutto su Sandro Tonali, centrocampista dell'AC Milan: chi è, caratteristiche, età, costo, stipendio, biografia, vita privata e cosa dicono di lui addetti ai lavori e i grandi campioni del calcio.  Ecco la scheda del giocatore rossonero e della Nazionale italiana

BIOGRAFIA

Luogo e data di nascita: Lodi, 08 maggio 2000

Scadenza contratto: 30/06/2026

Stipendio: 1.2 Milioni netti

Al Milan sotto contratto dal: 2021

Numero di maglia: 8

Idolo: Gattuso

CARATTERISTICHE TECNICHE

Sandro Tonali è un centrocampista centrale dotato di tecnica e intensità. E' stato impiegato sia come mezzala in un centrocampo a tre che come regista in una mediana a due. Molti lo hanno paragonato ad Andrea Pirlo, per movenze, capigliatura simile e provenienza (Brescia). Lui, però, ha sempre detto di rivedersi in Gattuso, suo idolo fin da piccolo. Più realisticamente, ha punti di contatto con Demetrio Albertini. Alterna gioco corto a lanci lunghi, precisi. Calcia bene sia di destro che di sinistro e si sta specializzando nei calci piazzati.

RICONOSCIMENTI

  • E' stato premiato al Gran Galà del calcio AIC per ben 2 volte come miglior giovane della Serie B (2017-2018, 2018-19)
  • Nell'estate del 2019 è stato indicato dalla UEFA come uno dei 50 giovani più promettenti per la stagione 2019-2020
  • E' capitano dell'Under 21 italiana
  • CARRIERA

    Giovanili

    Fa i pulcini nella Lombardia Uno (2007-08), squadra affiliata al Milan dove coltiva la passione per i colori rossoneri, poi passa al Piacenza per tre anni, quindi al Brescia all'età di 12.

    Brescia

    Debutta in prima squadra il 26 agosto 2017, all'età di 17 anni, in Serie B contro l'Avellino. Passa il primo anno a fare la spola tra la Primavera e i 'grandi', ma al termine della stagione 2017-18 vanta già 19 presenze e 2 gol (il primo segnato il 28 aprile contro la Salernitana) e viene premiato come miglior giovane della Serie B. 

    Premio che vincerà anche l'anno successivo (2018-19) dopo aver trascinato, questa volta da titolarissimo - il Brescia alla promozione in Serie A, con 34 presenze e 3 gol.

    L'anno dopo (2019-20) fa il suo esordio in Serie A all'età di 19 anni. La stagione finisce con la retrocessione del Brescia, ma riesce comunque a distinguersi per qualità e quantità, tanto da richiamare l'attenzione di tutte le big italiane (Milan, Inter e Juventus) ed estere. Dopo 89 partite con il Brescia, condite da 6 reti e 16 assist, per Tonali è arrivato il momento del grande salto. E alla chiamata di Paolo Maldini, responsabile dell'area tecnica rossonera, non ha avuto dubbi. Lo ha spiegato anche il presidente del Brescia, Massimo Cellino:

    "Avevo un'offerta dal Barcellona, mentre l'agente del calciatore aveva preso già un accordo con l'Inter - racconta Cellino a Top Calcio 24 -. Negli ultimi giorni, poi, si era fatto avanti anche il Manchester United. Ma quando Sandro ha saputo della possibilità di andare al Milan, non ha capito più nulla ed è stato irremovibile. Lui è innamorato dei colori rossoneri"

    Milan

    Il 19 settembre 2020 il Milan vince lo sprint di calciomercato e lo prende in prestito oneroso per 10 milioni di euro, con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro e 10 di bonus. Costo totale previsto: 35 milioni. Più uno stipendio da 2.6 milioni di euro al giocatore. La sua prima annata, però, è abbastanza opaca: fa il suo esordio in Europa League il 17 settembre 2020, in Serie A il 21 dello stesso mese, 4 giorni più tardi, e collezione ben 37 presenze complessive, ma non riesce mai ad imporsi per personalità e prestazioni. Colpa però - va detto - anche del Covid-19, contratto ad inizio annata e che ne ha condizionato la stagione.

    Nonostante questo, il Milan decide di riscattare Tonali il 28 agosto 2021, rivedendo al ribasso lecondizioni d'acquisto con il Brescia, cui andranno 7 milioni e il giovane Giacomo Olzer (valutato 3 milioni di euro), oltre ai 10 già versati l'anno prima per il prestito. Costo totale: 20 milioni di euro.

    NAZIONALE

    Nazionali giovanili

    Con le nazionali giovanili fa tutto il percorso, dall'Under 19 (con cui arriva in finale nel 2018 all'Europeo di categoria) all'Under 21. Il primo a convocarlo è Gigi Di Biagio, il 30 agosto 2018. Poi il ct Nicolato lo porterà agli Europei U-21 del 2021. A settembre diventa capitano degli azzurrini.

    Nazionale maggiore

    Dopo la sua prima convocazione (9 novembre 2018), fa il suo esordiocon l'Italia il 15 ottobre 2019, all'età di 19 anni e 5 mesi, sotto la guida tecnica di Roberto Mancini. Il successivo 15 Novembre la sua prima gara da titolare.

    VITA PRIVATA

    Il primo anno al Milan è stato condizionato anche dalla rottura con l'ormai exfidanzata Giulia Pastore, che ha spiegato sui social i motivi che la hanno portata ad allontanarsi del centrocampista del Milan:

    "Io e Sandro ci siamo lasciati. Me ne sono andata di casa perché non stavo più bene, a quanto pare non lo conoscevo abbastanza. Devo dire che da quando me ne sono andata sto molto meglio, probabilmente non ero così felice come pensavo... Gli vorrò sempre bene, abbiamo condiviso tantissime emozioni insieme. Non fa mai bene chiudere una relazione, ma ho deciso di pensare prima alla mia felicità".

    DICONO DI LUI

    "Dicono che Tonali possa essere il mio erede. Secondo me come tipo di calciatore non mi assomiglia, mi assomiglia di più per i capelli lunghi e per il fatto che giochi nel Brescia. Per me è un altro tipo di giocatore, molto più completo, sia in fase difensiva che di impostazione; è un mix tra me e altri giocatori. Sicuramente è il più promettente dei centrocampisti che ci sono in Italia. Non lo vedo come un erede perché il modo di giocare è diverso, però diventerà sicuramente un grande"

    Francesco Totti:

    "Farei carte false per lui. Diventerà uno dei centrali più forti del mondo, come Gerrard, De Rossi o Lampard. È un misto tra Pirlo e Gattuso, ha tutto quello che deve avere un giocatore: cambio di passo incredibile, è bravo tecnicamente e di testa, è sempre lucido, sia nelle partite importanti sia nelle partite facili".

    Massimo Cellino, presidente Brescia

    "Se due anni fa non fossi retrocesso, non avrei mai venduto Tonali al Milan. In Serie B non potevo farlo giocare. L'Inter lo voleva, ma l'ha tirata troppo per le lunghe: Marotta ci teneva tanto, so che Conte apprezzava molto il calciatore. Magari non c'era disponibilità economica, non lo so... ma i lunghi tempi di attesa hanno dilaniato la trattativa" (Massimo Cellino, presidente Brescia)

    Paolo Maldini, responsabile area tecnica AC Milan

    "Tonali è un 2000, molto giovane, e ha coronato il suo sogno. In un calcio sempre meno votato al sentimentalismo è una bella storia. Una cosa impensabile un mese fa. Siamo arrivati a questo punto grazie alla determinazione del ragazzo e dei suoi agenti. Il presidente Cellino è stato un uomo di valore e di parola. Potevamo fare qualcosa di grande e abbiamo colto l’occasione" (Paolo Maldini, responsabile area tecnica AC Milan)

    Karl-Heinz Rummenigge, CEO del Bayern Monaco

    "​E' un ragazzo molto valido, altrimenti non sarebbe il Golden Boy italiano e non giocherebbe nel Milan. Lo conosciamo bene, ma io ho una teoria sui giovani: come per quelli tedeschi è meglio crescere per alcuni anni in Bundesliga, quelli italiani non vanno portati via dalla Serie A troppo presto"