Calciomercato Milan – Rebic resta, ma un particolare frena il riscatto

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Ante Rebic, classe 1993, è esploso nel 2020. Il Milan è intenzionato a tenere in rosa il croato, anche se c’è qualche intoppo

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Ante Rebic Milan

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILAN – Come ricordato da ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, il 2020 di Ante Rebic sembra essere uscito da una favola. Da quando è iniziato il nuovo anno, infatti, l’attaccante croato ha messo a segno 12 gol, di cui 11 in campionato: soltanto Erling Braut Haaland (Borussia Dortmund) e Robert Lewandowski (Bayern Monaco) hanno fatto meglio di lui.

Peccato, dunque, che Rebic sia al Milan soltanto in prestito. Perché, secondo l’edizione odierna della ‘rosea‘, non è neanche detto che venga riscattato. Il numero 18 veste rossonero con la formula del prestito biennale (scadenza 30 giugno 2021), in un’operazione che ha spedito alla sua ex squadra, l’Eintracht Francoforte, il centravanti portoghese André Silva con la medesima formula.

Anche André Silva ha fatto molto bene in Germania (16 gol e 5 assist in 37 gare tra Bundesliga, Europa League e coppa nazionale): motivo per cui si è pensato che Milan ed Eintracht Francoforte intavolassero in anticipo, prima della scadenza dei prestiti, una trattativa per scambiarsi i cartellini dei due attaccanti a titolo definitivo. In realtà, per ‘La Gazzetta dello Sport‘, tutto lascia credere che non si arriverà a questa soluzione.

Questo non perché Milan ed Eintracht Francoforte non vogliano, tutt’altro. Ma perché c’è un fattore esterno a condizionare l’eventuale operazione. Quando, infatti, l’Eintracht prelevò Rebic dalla Fiorentina, il club viola si riservò il 50% su una futura rivendita del cartellino del giocatore e, per ipotesi, se ora i tedeschi cedessero il croato al Milan per 30 milioni di euro, dovrebbero girarne ben 15 alla società presieduta da Rocco Commisso.

Ecco perché, adesso, è l’Eintracht Francoforte a frenare sulla cessione di Rebic e l’acquisizione di André Silva: aspettano le prossime settimane per impostare, con il Milan, un percorso alternativo. Entrambi sono sotto contratto fino al 30 giugno 2022, quindi, comunque, questa faccenda andrà risolta entro i prossimi 12 mesi, anche per evitare spiacevoli sorprese. Rebic, ad ogni modo, resterà al Milan anche con l’arrivo in panchina di Ralf Rangnick, con cui non si era lasciato bene al RB Lipsia qualche anno fa.

All’epoca, però, Rebic era una giovane punta alle prime armi ed in prestito. Oggi il croato ha le spalle larghe e tutt’altra stoffa, di quella che dimostra ogni partita sul rettangolo di gioco. INTANTO RANGNICK PUNTA DUE GIOVANI DIFENSORI CHE GIOCANO IN GERMANIA >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy