Calciomercato Milan – Bakayoko, sì al ritorno … ma senza fretta

Calciomercato Milan – Bakayoko, sì al ritorno … ma senza fretta

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Tiémoué Bakayoko vuole tornare al Milan ed il club vuole riprenderlo. I rossoneri, però, aspettano che il prezzo scenda

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Tiémoué Bakayoko Milan

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILAN – Secondo quanto riferito dal ‘Corriere dello Sport‘ oggi in edicola, il profilo di Tiémoué Bakayoko, classe 1994, centrocampista francese di proprietà del Chelsea, è quello idoneo, per caratteristiche fisiche e tecniche, per completare la mediana rossonera in vista della stagione 2020-2021.

Il Milan, che ha già avuto Bakayoko nelle sua fila in prestito nella stagione 2018-2019, si è già avvicinato un paio di volte al ritorno del calciatore transalpino, dapprima nell’estate 2019, ma l’allora tecnico Marco Giampaolo preferì puntare su centrocampisti con altre doti specifiche e, quindi, nello scorso mese di gennaio.

Il legame tra Bakayoko ed il Milan non si è mai spezzato: prima del lockdown, come si ricorderà, il giocatore era passato anche a salutare gli ex compagni negli spogliatoi di ‘San Siro‘ dopo aver assistito dalla tribuna dello stadio ad un match del Diavolo. Ora la sua situazione è piuttosto chiara: tornato ai ‘Blues‘ per fine prestito dopo una stagione non esaltante nelle fila del Monaco, nella Ligue 1 francese, è stato messo sul mercato.

Il Chelsea, che ha già acquistato Hakim Ziyech dall’Ajax per 40 milioni di euro, Timo Werner dal RB Lipsia per quasi 60 e che è sul punto di prendere anche il gioiello Kai Havertz dal Bayer Leverkusen per quasi 80 milioni di euro, non lo considera parte del progetto tecnico del manager Frank Lampard e, dalla cessione di Bakayoko, vuole monetizzare. La richiesta iniziale per la cessione a titolo definitivo del suo cartellino è di 22-23 milioni di euro.

La strategia del Milan su Bakayoko, al momento, è quella dell’attesa: i rossoneri intendono presentare una proposta concreta tra qualche settimana, quando le richieste dei londinesi saranno calate. La scelta di aspettare è dettata dal fatto che il Milan sa di poter strappare Bakayoko ai ‘Blues‘ a condizioni favorevoli a mercato inoltrato, contando sul gradimento del calciatore francese, che non vede l’ora di tornare ad indossare la maglia rossonera.

Bakayoko, nel 4-2-3-1 di Stefano Pioli, giocherebbe nei due davanti la difesa, è compatibile tanto con Franck Kessié quanto con Ismaël Bennacer i quali, per meriti acquisiti, partono titolari nelle gerarchie del tecnico. Ma con tre competizioni da disputare, Serie A, Europa League e Coppa Italia, ed un calendario dunque fitto di impegni per il Diavolo, servono giocatori di livello per innalzare la qualità e l’affidabilità della rosa milanista.

Problema ingaggio: a Londra il centrocampista percepisce 6 milioni di euro netti a stagione, uno stipendio che, al Milan, è concesso soltanto a Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma e che sarà concesso, tra poco, anche a Zlatan Ibrahimović. Pur di tornare al Milan, Bakayoko ha accettato una notevole decurtazione degli emolumenti, anche se va ancora trovata la quadra definitiva sui bonus. L’idea dei rossoneri è quella di ‘limitare’ la parte fissa e di mantenere una serie di premi legati a presenze ed obiettivi. ECCO QUALE SAREBBE L’ALTERNATIVA A BAKAYOKO >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy