IGNAZIO ABATE: scheda, video, carriera, statistiche e stipendio

Video, skills, news, statistiche e dichiarazioni di Ignazio Abate, difensore del Milan ed ex Napoli, Piacenza, Modena, Empoli e Torino. Il suo profilo completo e ciò che dicono di lui in questa scheda

Ignazio Abate Milan

 

LA SCHEDA

Nome: Ignazio Abate

Luogo e data di nascita: Sant’Agata de’ Goti, 12 novembre 1986

Altezza: 180 cm

Peso: 75 kg

Scadenza contratto: 30.06.2019

Stipendio: 2,3 Milioni di euro netti annui

 

LA CARRIERA

Ignazio Abate nasce il 12 Novembre 1986 a Sant’Agata de’ goti, in Campania. Figlio d’arte (suo papà Beniamino – ex portiere – ha fatto le giovanili nel Milan, per poi giocare in A, tra le altre, anche con le maglie di Inter e Napoli), il difensore inizia la sua carriera nelle giovanili della Rescaldina per poi passare al Milan già nel 1999. Con i giovani rossoneri vince il Campionato Allievi Nazionali nella stagione 2002-2003. Nello stesso anno esordisce anche in prima squadra (a 17 anni), entrando al posto di Dario Simic nel secondo tempo di Sampdoria-Milan.

VIDEO – L’ESORDIO DI ABATE CON LA SAMPDORIA

In seguito, viene prestato al Napoli in Serie C1, dove colleziona 32 presenze. Abate ha giocato anche con Sampdoria, Piacenza e Modena, per poi entrare a far parte della rosa dell’Empoli nel 2007. Il 16 giugno 2008 passa al Torino sempre  in comproprietà col Milan. Il 24 giugno 2009, la società milanese riscatta interamente il suo cartellino. Nel Milan trova Leonardo che sceglie di schierarlo come terzino destro. Con i rossoneri vince uno scudetto nel 2011. Commuovente il suo addio a San Siro il 19 maggio 2019, in occasione di Milan-Frosinone, stagione 2018/19. Quell’anno Gattuso lo schierò anche da difensore centrale: “Inizialmente non voleva, poi ci ha provato ed è uscito sempre tra gli applausi. Ha una grandissima dote: l’umiltà”, ha poi raccontato Gattuso

NAZIONALE

Abate esordisce con la Nazionale Under 21 nel 2006 contro il Lussemburgo. Il 6 Novembre 2011 riceve la convocazione nella Nazionale maggiore su scelta del Ct Cesare Prandelli, in vista delle amichevoli con Polonia e Uruguay. È stato poi convocato per l’Europeo 2012, per la Confederations Cup 2013, e per il Mondiale 2014.

CURIOSITA’

Il 18 giugno 2015, Ignazio ha sposato la sua Valentina, ex modella e valletta brindisina (il testimone del difensore fu Giampaolo Pazzini). Quello con la sua sposa è stato un vero colpo di fulmine, tanto che, dopo un solo anno di fidanzamento, è nato il primo figlio Matteo.

IPSE DIXIT

Leonardo è stato fondamentale: quell’anno pensavo di fare il ritiro e poi andare via. Mi voleva la Roma. Mi impostò Leonardo da terzino. Lui ha cambiato un pò la mentalità della società puntando sui giovani. Con Allegri all’inizio non giocavo, ma dopo il Real Madrid non sono più uscito. Con lui ho un rapporto di amicizia: è una persona leale, sincera, vera”.

La mia priorità è il Milan: lo aspetterò finché potrò. Questa è casa mia, anche se so che nel calcio ci si può separare. Io voglio restare e chiudere qui la carriera. Non riesco a vedermi con un’altra maglia addosso, almeno in Italia: al massimo andrei all’estero. Quando arrivo a Milanello mi emoziono ancora”

“Ho sempre seguito l’esempio di Gattuso. Io ho la stessa mentalità di Rino: dare sempre il massimo per me è la normalità”

 

 DICONO DI LUI

Massimo Ambrosini, suo ex compagno di squadra, nel giorno dell’addio al Milan di Abate: “San Siro è in grado di toglierti qualcosa ma è in grado di darti emozioni uniche. Ignazio raccoglie tutto in questi momenti finali. Ha sempre dato ogni singola goccia di sudore, anche in allenamento. Non si è mai nascosto davanti alle responsabilità, quest’anno ha anche giocato da difensore centrale. Non si è mai tirato indietro”

Gennaro Gattuso, suo ex compagno di squadra e allenatore, nel giorno dell’addio al Milan di Abate: “Ignazio ha avuto una fortuna: qualche schiaffo l’ha preso, qualche cinquina l’ha presa dietro la schiena, qualcuna in faccia, e ha portato i segni per 10 giorni. E’ stata la sua fortuna. Mi ha dato tanto a livello umano, professionale, in questi 18 mesi che l’ho avuto, quando volevo sbroccare mi faceva calmare e contare fino a 10. E’ la dimostrazione che nel calcio si può sempre migliorare: prima lo fischiava tutto lo stadio, quest’anno è sempre uscito tra gli applausi. Questo anche perché ha imparato un nuovo ruolo, giocando centrale. E’ umile, ha umiltà di imparare: ci mancherà tutto questo”.

VIDEO – GATTUSO: “QUANTE CINQUINE HO DATO AD ABATE..”

VIDEO – ABATE: “DA COMPAGNO, QUANTI SCHIAFFI MI HA DATO GATTUSO”

 

STATISTICHE

Stagione Squadra Serie P (gol)
2003/04 Milan A
2004/05 Napoli C1 33
2005/06 Piacenza B 13
2006/07 Modena B 38 (1)
2007/08 Empoli A 24 (1)
2008/09 Torino A 25 (1)
2009/10 Milan A 30
2010/11 Milan A 29
2011/12 Milan A 29
2012/13 Milan A 27
2013/14 Milan A 19 (1)
2014/15 Milan A 23
2015/16 Milan A 27 (1)
2016/17 Milan A 23
2017/18 Milan A 17 (1)
2018/19 Milan A 19

 

PALMARES: TITOLI VINTI CON IL MILAN
1 Scudetto (2010/11)
2 Supercoppa italiana (2011, 2016)