Pagelle Milan-Atalanta, i voti della Gazzetta: Meïte fuori contesto

PAGELLE MILAN-ATALANTA – Pesante k.o. interno, 0-3, del Milan al cospetto dell’Atalanta ieri a ‘San Siro’. Ecco voti e giudizi dei calciatori rossoneri

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Pagelle, Rassegna Stampa - I voti di Gazzetta (Grafica)

Milan-Atalanta 0-3, le pagelle de ‘La Gazzetta dello Sport’

 

PAGELLE MILAN-ATALANTA – Pesante k.o. interno, 0-3, del Milan al cospetto della scatenata Atalanta, ieri sera a ‘San Siro‘. Il Diavolo, ad ogni modo, è Campione d’Inverno in Serie A davanti all’Inter. Vediamo, dunque, voti e giudizi dei calciatori rossoneri nelle pagelle stilate da ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola.

Pagelle Milan-Atalanta, il ‘migliore’ in campo

 

Gigio Donnarumma, voto 6: “Para il parabile ed anche di più. Vedi le prodezze su Hans Hateboer e Jošip Iličić. L’unico ad aver volato alla sua quota standard. Ha provato a risvegliare la squadra anche con le urla”.

Pagelle Milan-Atalanta, il giudizio sul mister

 

Stefano Pioli, voto 5: “Non riesce ad intercettare il dominio assoluto della ‘Dea’. Non paga la scelta Meïte. E non ha saputo evocare la rabbia mostrata in emergenza contro la Juventus”.

Pagelle Milan-Atalanta, si salvano Kjær e Mandžukić

 

Voto 6, quindi, anche per Simon Kjær: “La difesa crolla, Duván Zapata è un demonio, ma premiamo la sensazione di solidità che riesce a trasmettere comunque nel pieno della tempesta. Nel corpo a corpo raramente abbassa lo sguardo”. Sufficienza anche per Mario Mandžukić: “Debutto non fortunato, ma gli unici due tiri in porta del Milan li firma lui e questo fa ben sperare”.

Pagelle Milan-Atalanta, tanti calciatori sotto tono

 

Voto 5,5, poi, per Davide Calabria (“Poca polpa in fase di spinta, mai furioso come contro la Juventus”), Pierre Kalulu (“In avvio è il più brillante. Poi perde Cristián Romero nel gol del vantaggio dell’Atalanta”), Franck Kessié (“Evitabile la scorrettezza da rigore su Iličič”), Mateo Musacchio (“Gli tocca ballare nel finale”), Rafael Leão (Inizio promettente, poi affonda come tutti gli altri”), Brahim Díaz (“Almeno prova ad accendere qualche scintilla”) e Ante Rebić.

Milan-Atalanta, un disastro rossonero

 

Voto 5, dunque, per Soualiho Meïte (“Sembra ad una festa dove non conosce nessuno”), Zlatan Ibrahimović (“Poteva e doveva fare di più. Invece è stato un Dio minore”), Sandro Tonali (“Il primo ad andare in affanno: fatica a crescere a livello Milan”) e Samu Castillejo (“Mai pervenuto: corre a vuoto e non riesce a raggiungere Ibra”).

Pagelle Milan-Atalanta, il peggiore in campo

 

Voto 5, infine, anche per Theo Hernández, giudicato, però, il peggiore dei rossoneri. “Lo condanniamo più di altri perché ha più qualità di altri. Se uno doveva rispondere alla fisicità bergamasca era lui. Lui doveva rialzare un Milan affannato”. Calciomercato Milan, Maldini su un top player svincolato. Vai alla news >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy