Panchina Milan, Allegri nome caldo per la prossima stagione: le ultime

Panchina Milan, Allegri nome caldo per la prossima stagione: le ultime

Secondo quanto viene riportato dalla “Gazzetta dello Sport”, Massimiliano Allegri potrebbe essere il neo tecnico del Milan nella prossima stagione

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

CALCIOMERCATO MILAN – Rivoluzione Milan. E’ questa in sostanza la sintesi dell’articolo della Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina. Maldini e Boban hanno avviato in questo mercato di gennaio una rivoluzione che dovrà portare necessariamente al ritorno in Champions League in due anni, unica via che possa assicurare al club la capacità di camminare economicamente con le sue gambe, o quasi. Per guidare questo progetto di rinascita il Milan sta pensando nella prossima stagione di affidarsi a Massimiliano Allegri, cioè il tecnico che ha vinto l’ultimo scudetto della storia rossonera.

Ieri si è registrata la cessione di Caldara all’Atalanta con una formula poco vantaggiosa (prestito biennale con diritto di riscatto, così come vi avevamo anticipato noi di Pianetamilan) che ha scatenato l’ira dei tifosi. Al suo posto dovrebbe arrivare Kjaer, un giocatore esperto che può essere un valido cambio alla coppia centrale Musacchio-Romagnoli per i prossimi sei mesi. Altre operazioni di mercato (la risoluzione del contratto di Borini, la possibile partenza di Pepe Reina, che ha un ingaggio di tre milioni) hanno l’obiettivo del risparmio, anche se minimo. La settimana prossima ci sarà un incontro con l’Inter per Matteo Politano, che potrebbe essere scambiato con Franck Kessie: da valutare la formula, che potrebbe anche portare a una plusvalenza per entrambi i club.

In primo piano anche il futuro di Piatek. Il polacco ha diverse richieste, in Bundesliga e in Premier League (in Inghilterra danno praticamente per certo l’arrivo al Tottenham), ma secondo la rosea il polacco deve ancora decidere il suo futuro. Ricordiamo che la squadra di Josè Mourinho nei prossimi mesi dovrà fare a meno di Harry Kane, che si è rotto un tendine del bicipite femorale sinistro. In difesa, considerando le difficoltà per arrivare a Todibo, un altro nome caldo oltre a Kjaer è quello di Christensen, che potrebbe arrivare con la solita formula del prestito con diritto di riscatto.

A giugno, poi, a stagione conclusa, si completerà la rivoluzione con quattro-cinque nomi di livello. La squadra ha già dei giovani di buona qualità come Theo Hernandez, Rafael Leao e lo stesso Paqueta, le cui qualità tecniche non sono in discussione.. Possibili le cessioni di Suso e Calhanoglu, ma restano giocatori difficili da cedere sul mercato, visto il loro rendimento degli ultimi mesi. A guidare il nuovo Milan potrebbe esserci come detto Massimiliano Allegri, grande stratega e abile a valorizzare i giovani. Chissà che per lui non possa esserci un ruolo alla Ferguson, in modo da ritornare alla grande nel club che lo ha lanciato ad alti livelli. A proposito di Suso, possibile uno scambio molto interessante con la Roma, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy