Milan, Ibrahimovic: “Non gioco per i soldi. Se mi fischieranno? Meglio..”

Passano gli anni ma Ibrahimovic rimane sempre lo stesso, senza paura e con tanta carica addosso: ecco alcuni passaggi della conferenza di ieri

di Alessio Roccio, @Roccio92

NEWS MILAN – Passano gli anni, e stagioni, ma Ibrahimovic rimane sempre lo stesso. Senza paura, adrenalina massima, carica a mille, stesso orgoglio, stesso sguardo fiero e di sfida allo stesso tempo. Zlatan ha una voglia matta di giocare e di riprendersi subito il Milan, anche se per certi versi lo ha già fatto. L’entusiasmo che ha portato nell’ambiente rossonero l’arrivo dello svedese non lo si vedeva da tempi.

Il boom sui social del Milan, i circa 1000 tifosi presenti ieri fuori da Casa Milan, i quasi 60 mila che lo riaccoglieranno lunedì a San Siro. Insomma, un effetto davvero travolgente che poi però dovrà essere ripagato sul campo. Ma Ibra è consapevole che non potrà essere come un tempo: “Sto bene fisicamente anche se so che non posso essere come a 28 anni. A livello fisico è impossibile, ma la mentalità quella non cambia mai. Non sono qui per fare la mascotte, non gioco per i soldi, ma per una grande sfida con me stesso”, ha dichiarato Zlatan fin dalle prime domande dei giornalisti.

L’Ibra visto ieri è un uomo diverso. Più sorridente e ironico rispetto al bad boy di una volta. Ora Ibra ha consapevolezza di ciò che può dare alla squadra e lo ha ribadito più volte: “Un calciatore intelligente conosce i propri limiti e sa quello che può fare o no. Non posso essere come a 28 anni, invece di correre posso tirare da 40 metri”, ha scherzato lo svedese. E poi ancora: “Se mi fischieranno sarà meglio perché aumenta la mia adrenalina, ma poi a fine partita applaudiranno”.

Ibra è carico e lo ha dimostrato già ieri nell’amichevole contro la Rhodense a Milanello terminata 9-0. Lo svedese ha giocato titolare nel tridente il primo tempo, in cui ha messo a segno una rete e servito un assist. Una prova convincente – l’avversario era una formazione di Eccellenza, va detto – che potrebbe convincere Pioli a puntare su di lui già lunedì con la Samp. La risposta di Piatek comunque non si è fatta attendere e nella ripresa ha segnato una doppietta. Che la sfida abbia inizio. Intanto, i rossoneri oggi potrebbero chiudere per Todibo: le ultime>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy