Milan-Atalanta 0-3, Pioli: “Testa al derby” | Serie A News

MILAN-ATALANTA ULTIME NEWS – Stefano Pioli, tecnico rossonero, non fa drammi dopo il pesante rovescio interno contro l’Atalanta. Ecco le sue dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Stefano Pioli AC Milan

Milan-Atalanta 0-3: il commento del tecnico Pioli

 

MILAN-ATALANTA ULTIME NEWSStefano Pioli, tecnico rossonero, non fa drammi per il rovinoso k.o. interno, 0-3, dei suoi ragazzi al cospetto dell’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Il Milan, però, va detto, è uscito male dalla sfida contro i nerazzurri, dominato dall’inizio alla fine. La peggior sconfitta di un campionato finora di livello assoluto è arrivata proprio nell’ultima giornata del girone d’andata. E se il Diavolo può ‘festeggiare’ il platonico titolo di Campione d’Inverno, lo deve soltanto all’Inter.

“È evidente che possiamo fare molto meglio, ma ci sono anche i meriti dell’Atalanta – ha commentato Pioli, le cui dichiarazioni state riportate dal ‘Corriere dello Sport‘ oggi in edicola -. In alcune occasioni bastava un po’ di precisione e personalità. Sul primo gol si poteva marcare meglio, si poteva anche intercettare il cross prima. Loro sono stati più bravi, ma siamo comunque forti. Mi dispiace per il secondo gol, la partita si poteva tenere viva fino alla fine. Adesso dobbiamo ripartire con grande convinzione: siamo lì e ce la possiamo giocare”.

Atalanta bestia nera del Milan di Pioli. “Credo che sia l’unica squadra che non siamo riusciti a battere. L’Atalanta ha meritato la vittoria – ha proseguito il tecnico rossonero -. Noi eravamo partiti molto bene, dispiace per come abbiamo preso il primo gol. Il secondo, poi, ha chiuso la gara. Non credo però che ci sia bisogno di un mio intervento, la squadra è molto consapevole del percorso che sta costruendo. Sappiamo quali sono le nostre qualità e che il livello deve salire. Le altre squadre sono molto forti. Siamo consapevoli dei nostri pregi e dei nostri difetti, dobbiamo migliorarci ancora”.

Sulla scelta di Soualiho Meïte da trequartista, Pioli ha detto: “Credevo che ci servisse un centrocampista più fisico, le loro posizioni sono particolari. Avere Brahim Díaz in panchina mi avrebbe permesso di inserire un giocatore con altre caratteristiche, più bravo nel dribbling e nell’uno contro uno”. Sul rendimento dei suoi ragazzi, l’allenatore ha spiegato: “Fino alla partita contro il Cagliari eravamo tra le squadre che correvano di più e ad alta intensità. Non c’entra la condizione fisica e sullo spirito della squadra non ci sono dubbi. Può succedere di non fornire la miglior prestazione, ma quando affronti le grandi squadre bisogna essere sempre al massimo. Sennò si perde”.

Chiosa sul debutto in rossonero di Mario Mandžukić: “Ha mostrato grande intensità, non ci sono dubbi sulle sue qualità tecniche e caratteriali – ha detto Pioli nel post Milan-Atalanta -. Questi minuti gli serviranno per prendere confidenza e fiducia in campo”. E martedì sera c’è il derby di Coppa Italia contro l’Inter … “La squadra è matura. Sapremo valutare ed analizzare questa partita. Stavolta non siamo riusciti a replicare le solite prestazioni, ma pensiamo già alla prossima gara: una sfida importante in una competizione che non sottovalutiamo”. Calciomercato Milan, Maldini su un top player svincolato. Vai alla news >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy