Gennaio, mese nero per il Milan: rossoneri in un tunnel | News

A gennaio sono arrivate ben tre sconfitte in sette partite disputate per il Milan. Stefano Pioli si interroga. Tutti k.o. a ‘San Siro’, tutte vittorie fuori

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Rafael Leao Zlatan Ibrahimovic Theo Hernández AC Milan

Sabato Bologna-Milan: ultima gara di un gennaio brutto per il Diavolo

 

Sabato pomeriggio, alle ore 15:00, si disputerà Bologna-Milan allo stadio ‘Dall’Ara‘. La gara concluderà il mese più difficile dei rossoneri da un anno a questa parte. Sì, perché dallo scorso 3 gennaio, in occasione di Benevento-Milan 0-2, al derby di martedì sera in Coppa Italia, i rossoneri hanno raccolto 4 vittorie (di cui una ai rigori, in coppa, contro il Torino) e 3 sconfitte, tutte in casa, tra le mura amiche di ‘San Siro‘.

Un mese orribile per il Diavolo, che, come si ricorderà, prima del k.o. del 6 gennaio in Milan-Juventus 1-3, aveva perso, in un anno, soltanto una volta (8 marzo 2020, Milan-Genoa 1-2) prima del lockdown e soltanto una volta (8 novembre 2020, Milan-Lille 0-3 in Europa League) dopo il lockdown. È plausibile pensare, dunque, secondo il quotidiano ‘Tuttosport‘ oggi in edicola, che Stefano Pioli, tecnico rossonero, non veda l’ora di finire al più presto questo mese.

Nella speranza, magari, di poter ripartire al più presto con un’infermeria più vuota. Il fatto che, paradossalmente, tranquillizza l’allenatore emiliano è che si giocherà a Bologna l’ultima gara di gennaio, quindi in trasferta, laddove il Diavolo ha fatto bottino pieno tanto a Benevento quanto a Cagliari. Il Milan, in passato, ha dimostrato di avere le spalle larghe e di saper cancellare le brutte prestazioni.

Adesso, però, le sconfitte consecutive sono due e in Pioli serpeggia qualche dubbio. Anche se, ad onor del vero, il Milan sembrava essersi ripreso dalla batosta interna contro l’Atalanta in campionato. In Coppa Italia, prima dell’espulsione di Zlatan Ibrahimović, i rossoneri erano in vantaggio nel derby ed avevano giocato un buon primo tempo. C’è chi pensa che il Milan abbia viaggiato, per tanto tempo, al di sopra delle proprie possibilità e che quindi, ora, stia pagando pegno.

Pioli, invece, ritiene solamente che il Diavolo stia scontando troppo le tante assenze di questi mesi, in particolare quelle di Ismaël Bennacer e Hakan Çalhanoğlu. I quali, fortunatamente, torneranno presto disponibili. Il franco-algerino già a Bologna, per il turco speranze di recupero dal CoVid nei prossimi giorni. Calciomercato Milan, strada in discesa per Thauvin: ecco il motivo >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy