Elliott, manovre interne. Rosso di un miliardo per Rossoneri Lux

Elliott, manovre interne. Rosso di un miliardo per Rossoneri Lux

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – La Rossoneri Lux, che detiene il 99,93% del Milan, al 30 giugno 2019 avrebbe una perdita superiore al miliardo di euro: il punto

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Casa Milan

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina, riprendendo l’inchiesta lanciata dal sito web del ‘Corriere della Sera‘ di ieri, ha spiegato come le ‘scatole cinesi’ esistano ancora nonostante da due anni Yonghong Li non sia più il proprietario del Milan.

Ed è proprio all’interno di alcune di queste società, riconducibili indirettamente al Milan, che sono state rilevate alcune manovre finanziarie, ovvero un passaggio di quote azionarie. Dalle carte consultate emergerebbe che la Rossoneri Lux (abbreviazione di Rossoneri Sport Investment Luxembourg), ovvero la società a cui fa capo il 99,93% del Milan (il resto è proprietà dei Piccoli Azionisti, n.d.r.), avrebbe, al 30 giugno 2019, una perdita superiore al miliardo di euro.

Nata nel 2016, la Rossoneri Lux è diventata di primaria importanza nel panorama rossonero quando, nel marzo 2017, il fondo Sino Europe Sports creato da Yonghong Li uscì di scena lasciandole il posto, sempre sotto il controllo di mister Li, con lo scopo di portare a termine la transizione per l’acquisizione del Milan. Quando il Milan, poi, nel luglio 2018, è passato al fondo Elliott Management Corporation, quest’ultimo ha semplicemente rilevato la Rossoneri Lux, non cambiandone il nome e lasciandole sempre il controllo del Milan.

All’epoca della cessione del club da Silvio Berlusconi ai cinesi, però, Elliott costituì, sempre in Lussemburgo, un’altra società, la Project Redblack, attraverso la quale erogò a Yonghong Li il prestito di 300 milioni di euro indispensabile per definire l’acquisizione del Milan, pagato, in tutto, 740 milioni di euro alla Fininvest. Nel momento in cui Li è risultato insolvente, la Project Redblack si è presa la totalità della Rossoneri Lux, ovvero del Milan.

Lo scorso giugno, però, ha proseguito la ‘rosea‘, c’è stato un passaggio di azioni all’interno della Project Redblack e la cosa ha autorizzato svariate domande: c’è chi pensa ad una manovra di preparazione ad una cessione del club e chi, invece, lo vede come un semplice riassetto interno. Filtra pochissimo, ma, quel poco, è perentorio: al momento la vendita del Milan è ritenuta al momento una situazione distante anni luce e il travaso di azioni è un’operazione interna che non sposta gli equilibri.

Infine, viene spiegato, il miliardo di euro di perdite della Rossoneri Lux è frutto di una svalutazione del valore di carico che Yonghong Li deteneva prima di perdere il Milan e non ha a che fare né con il valore del club né con l’esposizione effettiva del fondo Elliott per il Milan. L’investimento fin qui effettuato da Elliott per il Milan, che non c’entra nulla con la Rossoneri Lux, è di circa 600 milioni di euro ed il passivo di bilancio con cui il Diavolo dovrebbe aver chiuso il bilancio al 30 giugno 2020, al netto dell’effetto CoVid_19, è di 100 milioni di euro. QUI LE ULTIME SUL RINNOVO DI CONTRATTO DI HAKAN ÇALHANOGLU >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy