Cresce il Milan dei giovani intorno la figura di ‘nonno’ Ibrahimovic

Cresce il Milan dei giovani intorno la figura di ‘nonno’ Ibrahimovic

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Il Milan è una squadra che fa sempre più ricorso all’utilizzo di giovani. Tutti, però, ruotano intorno Zlatan Ibrahimovic

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Zlatan Ibrahimovic Milan

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Il quotidiano ‘Repubblica‘ oggi in edicola ha giudicato il Milan come la squadra più interessante di questo inizio di stagione 2020-2021. I rossoneri sono rappresentati dal collega Maurizio Crosetti come “un pugno di ragazzi senza paura raccolti attorno ad un vecchio capo indiano”.

Milan, è cambiato tutto dopo il lockdown

 

Il Diavolo è la squadra che ha giocato meglio, sul finire della passata annata, nel post-lockdown. Ha confermato in panchina Stefano Pioli, che è stato in grado di ‘respingere’, a suon di risultati e prestazioni, la rivoluzione praticamente già decisa con Ralf Rangnick. Il club ha recuperato alla causa Paolo Maldini, che sembrava ormai perduto.

Ibrahimovic leader carismatico di una squadra giovane

 

E, infine, ha confermato Zlatan Ibrahimovic, che compirà 39 anni il prossimo 3 ottobre. Ibra è il vero e proprio leader carismatico della squadra rossonera. Lo svedese vanta un ottimo rapporto con Pioli, molto schietto e aperto. Entrambi hanno in mano la squadra. Pioli dal punto di vista tecnico, Zlatan dal punto di vista emotivo.

Maldini, Colombo e Kalulu: tutti intorno a Zlatan

 

Intorno la figura di Ibrahimovic, ha evidenziato il quotidiano generalista, cresce un nutrito gruppo di giovani che promette davvero molto bene. In Milan-Monza, per esempio, si sono messi in mostra Daniel Maldini e Lorenzo Colombo (autori di reti stupende), ma anche Pierre Kalulu, arrivato quasi in sordina per 480mila euro dall’Olympique Lione, dove non era in Prima Squadra.

Ibrahimovic chioccia anche di Tonali e Brahim Díaz

 

Ora è arrivato in rossonero anche Sandro Tonali, preso dal Brescia per 35 milioni di euro tra prestito, diritto di riscatto e bonus. Toccherà a lui, con gli assist, spedire in rete Ibrahimovic. Prima di lui aveva firmato per il Diavolo anche Brahim Díaz, preso in prestito dal Real Madrid. Classe 2000 Tonali, classe 1999 Brahim Díaz. Ibrahimovic, il veterano, potrebbe essergli padre per ragioni anagrafiche.

Ibrahimovic si è portato Roback dalla Svezia

 

Chi, invece, Zlatan si è portato dalla Svezia è Emil Roback, classe 2003, attaccante esterno svedese che giocava nell’Hammarby, il club di cui Ibra è socio e con il quale l’attaccante si è allenato durante il lockdown in Italia. Su Roback, rispetto che su Tonali e Brahim, bisognerà lavorare un po’ di più. Si tratta di materia più grezza. Ma con Ibrahimovic, si sa, tutto è possibile … LEGGI QUI LE ULTIME SUL RINNOVO DI GIGIO DONNARUMMA >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy