Bologna-Milan 1-2: “Il Milan si riaccende” | Serie A News

A Bologna, il Milan ritrova gol, vittoria e sorriso. Segna Ante Rebić, raddoppia Franck Kessié su calcio di rigore. Nel finale sofferenza per il gol dell’ex

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Esultanza AC Milan Bologna-Milan

Bologna-Milan 1-2: l’analisi del match del ‘Corriere della Sera’

 

A Bologna, pur soffrendo e rischiando negli ultimi minuti di gioco, il Milan riparte. E si tiene stretto il suo primo posto in classifica, che ormai detiene ininterrottamente e meritatamente dalla prima giornata di questo campionato. Il ‘Corriere della Sera‘ oggi in edicola inaugura così la sua analisi del successo rossonero allo stadio ‘Dall’Ara‘.

Si tratta, ha specificato il quotidiano generalista, di un altro esame superato. Uno di quelli più tosti di quello che sembrano. Il primo motivo è perché le due sconfitte consecutive contro Atalanta e Inter, tra Serie A e Coppa Italia, avevano generato qualche paura ed inquietudine. Il secondo motivo è perché il Bologna, pur avendo dei limiti offensivi, ha l’anima del suo tecnico Siniša Mihajlović ed è una squadra che non si arrende mai.

Con il gioco, per gran parte del match, e con il carattere, nel finale di gara, il Milan ha portato via 3 punti importantissimi da Bologna. Per un’ora il Milan ha mostrato il gioco, segnando un gol per tempo. Dapprima con il ritrovato Ante Rebić, che ha ribattuto un rete un rigore parato da Łukasz Skorupski a Zlatan Ibrahimović. Quindi con Franck Kessié, sempre dal dischetto. Nel finale, ha mostrato il carattere. Dopo il gol dell’ex Andrea Poli, grazie a Gigio Donnarumma respingo l’assalto rossoblu.

Infine, il ‘CorSera‘ ha fatto due annotazioni. La prima riguarda Ibrahimović, che ha fallito il 5° rigore su 10 calciati da quando è tornato al Milan. La seconda, invece, riguarda il numero di calci di rigore concessi al Diavolo in questa stagione. Sono già 14, nessuno in Europa ne ha avuti tanti. Al netto delle facili ironie, va detto che quelli di ieri c’erano entrambi. E che il Milan porta, in area in ogni azione, almeno 4-5 giocatori.

Pertanto, il ‘rischio’ che, statisticamente, venga commesso un fallo in area è notevole. Inoltre, la squadra rossonera vanta anche un altro record significativo: nessuno ha preso più pali e traverse in Serie A, 15. Il Milan, numeri a parte, è ripartito ed ora è atteso dalle gare contro Crotone e Spezia prima dello snodo-chiave del derby del prossimo 21 febbraio a ‘San Siro‘. Calciomercato Milan: riscatto Dalot, le ultime dall’Inghilterra. Vai alla news >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy