Moggi: “Ibrahimovic non può fare miracoli, ma è il leader che mancava”

Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus, fu il primo a portare Zlatan Ibrahimovic in Italia. Oggi commenta così il suo ritorno al Milan

di Daniele Triolo, @danieletriolo

NEWS MILANLuciano Moggi, ex direttore generale della Juventus, fu il primo a portare Zlatan Ibrahimovic in Italia nel 2004. Oggi commenta così il suo ritorno al Milan: “In una squadra dove c’è poca personalità in società e sul campo, Ibrahimovic può portare dei risultati. Non che il Milan debba vincere il campionato, ma con Ibra migliorerà. E Zlatan – continua Moggi – a 38 anni sarà il miglior giocatore del Milan”.

Sul fatto che, in età avanzata, Ibrahimovic sia ancora il migliore del Milan non sia di certo un bel segnale, Moggi ha dichiarato: “Per il calcio italiano può non essere positivo. Ma per il Milan s’. Con il fisico che ha Ibra può dare ancora tanto per un anno. Non può fare miracoli. Ma è il leader che mancava. Un leader di cui ha bisogno anche la dirigenza”. Per le dichiarazioni odierne di Ibrahimovic, in esclusiva, ai microfoni di ‘Sky Sport‘, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy