Tuttosport – Milan, doppio countdown per un futuro migliore

Tuttosport – Milan, doppio countdown per un futuro migliore

Entro fine mese sarà completata l’ennesima svolta societaria in casa Milan per dare stabilità economica alla proprietà cinese. Il punto

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna di ‘Tuttosport’ ha fatto il punto della situazione societaria in casa rossonera spiegando come, al momento, vi sia un ‘doppio countdown’ in atto che potrebbe portare ad una svolta radicale nel corso della storia recente del Milan.

Il primo scadrà tra meno di una settimana, martedì 19 giugno, quando il Milan sarà ascoltato, a Nyon, dalla Camera giudicante dell’Organo di Controllo Finanziario dei Club di calcio della UEFA (CFCB), la quale dovrà pronunciarsi in merito le sanzioni da affliggere alla società meneghina per il mancato rispetto dei paletti del Fair Play Finanziario nel triennio 2014-2017. CFCB che, per inciso, potrebbe usare la mano pesante nei confronti del Diavolo ed escluderlo dalla partecipazione alla prossima edizione dell’Europa League.

Il secondo, invece, è in scadenza a fine mese, 28-29 giugno, ovvero quando Yonghong Li, proprietario e Presidente del Milan, dovrà versare nelle casse del club di Via Aldo Rossi i 32 milioni di euro che mancano per completare l’aumento di capitale deliberato dal Consiglio d’Amministrazione del Milan. Soldi che, per il quotidiano torinese, arriveranno quasi certamente dal nuovo socio di minoranza pronto ad entrare nel Milan. Questioni di giorni, forse di ore.

UEFA – La task force legale che ha lavorato per il Milan è convinta di aver lavorato al meglio e, secondo ‘Tuttosport’, a Nyon potrebbe avvalersi anche del sostegno del fondo Elliott Management Corporation, creditore di 303 milioni di euro più interessi, che avrebbe tutto l’interesse affinché il Milan resti nelle coppe. Il gruppo di Paul Singer ha dato disponibilità a confermare le garanzie economiche alle spalle del club. Il Milan sarebbe ancora pessimista che la CFCB possa essere clemente, mentre, al contrario, nutrirebbe molte più speranze per il ricorso al Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna, perché, in tal caso, potrebbe presentarsi con un asset societario rivisto con l’ingresso di un soggetto di minoranza.

SOCIO – Sono tanti, in queste ore, i nomi che circolano e che vengono accostati al Milan. C’è chi ha parlato di un principe malese, Turku Ismail, sul quale starebbe ‘lavorando’, da intermediario, a Singapore, il procuratore Jorge Mendes, che è in ottimi rapporti con il Milan. Si è parlato anche della società inglese BGB Weston, ma anche dei magnati americani Stephen Ross e John Fisher. Il tempo, relativamente poco, dirà chi di questi sarà il nuovo socio rossonero. Sembra al momento più probabile la pista americana: per il ‘Sole 24 Ore’, addirittura, questa sarebbe in via di definizione. Clicca qui per i dettagli di un’operazione forse giunta ai titoli di coda!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy