Gazzetta – Yonghong Li, sprint decisivo: a Nyon con il socio per tentare la UEFA

Gazzetta – Yonghong Li, sprint decisivo: a Nyon con il socio per tentare la UEFA

Missione (quasi) impossibile per il Milan di Yonghong Li, che proverà a chiudere in tempo con il nuovo partner per l’audizione UEFA del 19 giugno

di Daniele Triolo, @danieletriolo

‘La Gazzetta dello Sport’ in edicola questa mattina ha parlato della situazione societaria del Milan spiegando come, per il proprietario e Presidente del club rossonero, Yonghong Li, sia in atto una vera e propria corsa contro il tempo. Infatti, l’imprenditore cinese sarebbe in trattativa avanzata con il nuovo socio di minoranza per il Milan e sta cercando di mandare in porto l’operazione nel più breve tempo possibile.

In questo senso le ultime ore, ha commentato la ‘rosea’, sono state particolarmente febbrili e le prossime lo saranno ancora di più: l’obiettivo che si sarebbe posto Yonghong Li è chiudere la pratica in tempo già per l’audizione di martedì prossimo, 19 giugno, dinanzi la Camera giudicante dell’Organo di Controllo Finanziario dei Club di calcio UEFA (CFCB), a Nyon. Insomma, l’imprenditore cinese vorrebbe presentarsi al giudizio con il nuovo socio già operativo.

Obiettivo ambizioso, forse, l’opinione de ‘La Gazzetta dello Sport’, ai limiti dell’impraticabilità, visti gli scarsi tempi tecnici: “Difficilmente i giudici si lasceranno ‘impressionare’, da eventuali novità, ma vale senz’altro la pena provarci”, si può leggere sul quotidiano sportivo nazionale. L’ingresso di un nuovo socio dal nome importante e dalla comprovata solidità economica andrebbe a fortificare, infatti, quella “continuità aziendale” tanto cara alla UEFA.

Dopo incontri con advisor, teleconferenze, corrispondenza mail, si stanno intensificando i contatti ora dopo ora: la trattativa va avanti serrata e pare destinata a concludersi entro la fine del mese. In tempo utile per l’eventuale ricorso al Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna, a cui il Milan si rivolgerà qualora venisse escluso dalla prossima edizione dell’Europa League. Yonghong Li tenta lo sprint decisivo entro martedì, con la convinzione che, se non ce la dovesse fare, sarebbe soltanto comunque una questione di giorni.

Non si conosce ancora l’identità del nuovo socio: nonostante le tantissime voci delle ultime ore, il Milan, naturalmente, ne rivelerà il nome soltanto a trattativa conclusa e firme avvenute. Le ultime indiscrezioni, comunque, parlano di piste americane che non possono essere ignorate o sottovalutate. Intanto il Milan si prepara all’udienza di martedì a Nyon: con l’amministratore delegato Marco Fassone saranno presenti anche l’avvocato Roberto Cappelli (membro del CdA del Milan ed a capo della task force legale) ed il professor Umberto Lago, ex Presidente della Camera investigativa della UEFA.

Ci sarebbe anche l’ipotesi, tutta da valutare, della presenza di un rappresentante del fondo Elliott Management Corporation, pronto ad intervenire, stavolta fisicamente, da garante. Naturalmente, tutto dipenderà dall’ingresso del nuovo socio: qualora entrasse subito, Elliott verrebbe rimborsata del suo credito e uscirebbe dalla scena rossonera. Al momento, dunque, il Milan sembra essere sul punto di svoltare ancora: qui, nel dettaglio, vi sveliamo le intenzioni del nuovo socio.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy