Milan, avanti con fiducia insieme a Mirabelli

Milan, avanti con fiducia insieme a Mirabelli

Massimiliano Mirabelli, direttore sportivo rossonero, resterà al Milan anche nella prossima stagione: i motivi della sua conferma

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna di ‘Tuttosport’ ha parlato, nei suoi pezzi di approfondimento sulla stagione e sul mercato di Inter e Milan, anche dei direttori sportivi delle due squadre meneghine, Piero Ausilio e Massimiliano Mirabelli.

Per quanto riguarda Mirabelli, in particolare, la parola d’ordine dovrà essere “continuità”. Il quotidiano torinese, infatti, ha evidenziato come Inter e Milan dovranno ragionare, al termine di una stagione complicata su ambedue le sponde dei Navigli, con freddezza e lucidità e la risposta migliore, dopo annate condizionate da investimenti sbagliati e rivoluzioni, sarà quella di dare continuità e fiducia in persone che hanno iniziato un lavoro che merita di essere proseguito.

Milan e Mirabelli, dunque, ancora avanti insieme, nonostante le voci, periodiche, vogliano il D.S. calabrese una volta lontano dai rossoneri, una volta affiancato da figure di vario tipo. D’altronde, quando le cose non vanno bene, è quasi normale che i ‘rumors’ esplodano: Mirabelli, da questo punto di vista, ha pagato la situazione la settimana scorsa dopo la sconfitta interna del Milan contro il Benevento. I rossoneri, però, dopo aver rinnovato per tre anni il contratto dell’allenatore Gennaro Gattuso, dovranno puntare ancora su Mirabelli, dirigente che vanta un ottimo rapporto con il tecnico. Sarebbe assurdo fare il contrario.

Secondo ‘Tuttosport’, probabilmente, Mirabelli ha pagato l’inesperienza in questa sua prima stagione al Milan: alla sua prima avventura da direttore sportivo in un club di alto lignaggio come il Milan ha avuto per le mani un budget molto cospicuo e lo ha speso quasi tutto bene, portando in rossonero gente come Leonardo Bonucci e Lucas Biglia, prospetti giovani e interessanti come Andrea Conti, Franck Kessié e Hakan Çalhanoğlu. Ha ‘toppato’ sull’attacco, dove sono stati spesi tanti milioni su Nikola Kalinić ed André Silva e non è arrivato un top bomber.

Ci sarà tempo, però, per rimediare agli errori: Marco Fassone ha puntato, punta e punterà ancora su un Mirabelli che, certamente, sarà motivato a rifarsi sin da subito.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Martorelli: “Mirabelli merita rispetto e fiducia”

Gattuso: “Mirabelli, lavoro incredibile. Ma qualche giocatore non ha reso al massimo”

Mirabelli rassicurato da Fassone sul suo futuro al Milan: il punto

Milan, Mirabelli in bilico e Berlusconi scherza … dì la tua!

Mirabelli: “Ho molti nemici”. Tra questi anche Raiola

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy