Kessié: dall’Atalanta al Milan sempre di corsa

Kessié: dall’Atalanta al Milan sempre di corsa

Kessié ha segnato ieri con l’Atalanta ma non ha esultato per rispetto della sua ex squadra. L’ivoriano è il 3° centrocampista in Europa per minuti giocati

di matteotesta

Franck Kessié ieri sera ha messo ha segno il gol del momentaneo vantaggio del Milan contro l’Atalanta e per rispetto dei suoi tifosi ha preferito non festeggiare con il classico saluto militare, esultanza scelta in onore del padre. Come riporta l’edizione odierna della ‘Gazzetta dello Sport’, il giocatore ivoriano, al contrario del compagno di squadra Andrea Conti, è stato accolto a Bergamo dagli applausi dei supporter atalantini. Il giocatore ha lasciato un bel ricordo nel suo vecchio club, che gli ha permesso di crescere fino a diventare un punto fermo della squadra di Gennaro Gattuso.

Kessié ha conquistato il Milan macinando chilometri su chilometri. Ieri ha segnato uno dei gol più belli della sua stagione ma tutti concordano che il suo punto di forza sia proprio la capacità di sapere lottare e faticare senza mai risparmiarsi. Non per niente la rete è nata dal pressing aggressivo su Rafael Toloi, che, perso palla, gli ha dato la possibilità di calciare con una certa libertà. Stiamo parlando infatti parlando del terzo centrocampista per minuti giocati (4.422) dei 5 maggiori campionati europei in appena 9 mesi. Solo Saul dell’Atletico Madrid e Luiz Gustavo del Marsiglia sono scesi in campo per più tempo.

Kessié ha comunque un certo fiuto del gol anche se ieri ha messo a segno solamente la seconda rete in carriera da fuori area. Il centrocampista fino ad oggi ha esultato in 5 diverse occasioni e ha regalato 3 assist ai compagni. L’ivoriano è anche il secondo giocatore più giovane dopo Cengiz Under della Roma a raggiungere gli 8 gol in Serie A. Gattuso ha capito che non può rinunciare a Kessié a cuor leggero ed è probabile che lo schiererà anche nella sfida decisiva contro la Fiorentina. Il centrocampista con l’Atalanta ha segnato il gol che avrebbe assicurato al Milan il sesto posto che vale l’accesso diretto all’Europa League e la speranza è che si ripeta anche con i viola.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Atalanta-Milan, le pagelle rossonere: Kessié super, Montolivo sconsiderato

Donnarumma, è rottura con i tifosi: maglia rigettata al mittente

Milan: Donnarumma e Kalinić sicuri partenti in estate

Gattuso: “Non mi è sembrato un errore di Donnarumma. Tifosi, non fischiate Kalinić”

Bonucci: “Pensavo ad una stagione diversa. Donnarumma diventerà un grande”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy