Pagelle Udinese-Milan, i voti del CorSport: Kessié punge, Rebic in forma

PAGELLE UDINESE-MILAN – Il Corriere dello Sport ha stilato le pagelle per Udinese-Milan 1-2 della 6^ giornata di Serie A. Voti e giudizi sui rossoneri

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Pagelle, Rassegna Stampa - I voti di Corriere dello Sport (Grafica)

Pagelle Udinese-Milan, i voti del CorSport

 

PAGELLE UDINESE-MILAN – Il ‘Corriere dello Sport‘ in edicola questa mattina ha stilato le pagelle per Udinese-Milan 1-2, gara valevole per la 6^ giornata di Serie A. Vediamo, dunque, voti e giudizi dei calciatori del Milan secondo il quotidiano sportivo romano di oggi.

Pagelle Udinese-Milan, il migliore in campo

 

Zlatan Ibrahimovic, voto 7,5, giudicato MVP della partita della ‘Dacia Arena‘. Questa la pagella dell’attaccante scandinavo. “Assist e gol, tanto per restare in media. Tanto per confermare la sua squadra in testa alla classifica. E Ibra, nei momenti decisivi, è classe, forza, determinazione. Se non è tutto, è tanto, tantissimo. A proposito: prima di lui solo due giocatori del Milan hanno segnato in 6 partite di fila dal 1994 ad oggi. Uno è Andriy Shevchenko nel 2001. L’altro, quello del 2012? Facile: Ibrahimovic”.

Pagelle Udinese-Milan, il giudizio sul mister

 

Stefano Pioli, voto 7 così motivato dal ‘CorSport‘: “Sei partite, 16 punti, primo posto solitario. La squadra convince anche quando trova ostacoli duri come l’Udinese”.

Pagelle Udinese-Milan, che bella partita per Kessié

 

Franck Kessié, voto 7, ha portato in vantaggio il Diavolo nel primo tempo di Udine. “Segna un gran gol ed è il pezzo migliore di una partita guardinga – recita la pagella dell’ex centrocampista dell’Atalanta -, senza altri spunti ma giocata con intelligenza ed equilibrio”.

Pagelle Udinese-Milan, ampie sufficienze tra i calciatori rossoneri

 

In tanti, in casa Milan, hanno preso come voto 6,5. A cominciare da Davide Calabria (“Merita una chiamata in Nazionale. Attacca bene, difende meglio. Non sbaglia una partita da inizio stagione”), Simon Kjær (“Altra conferma del suo lungo periodo eccellente”) e Theo Hernández (“Le sue progressioni aumentano, anziché diminuire, con il passare dei minuti”).

Poi i subentrati Sandro Tonali (“Un altro passo deciso verso una maglia da titolare. Sta prendendo confidenza con la nuova squadra e la sua mezzora ricorda, come rendimento, i tempi del Brescia”) e Brahim Díaz (“Il suo ingresso dà vivacità all’attacco del Milan. Palla al piede è difficile da prendere”).

Pagelle Udinese-Milan, Donnarumma e Rebić tra i sufficienti

 

Voto 6, quindi sufficienza piena, per Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma (“Nessun intervento particolarmente significativo. Prende gol su rigore”), Diogo Dalot (“Venti minuti ben fatti sulla destra”) ed Ismaël Bennacer (“Non gioca una partita al suo solito livello, dentro la sua ora c’è però il lancio che porta all’assist di Ibra per la rete di Kessié”).

Quindi per Alexis Saelemaekers (“Lavora tanto però non sempre bene”), Hakan Çalhanoglu (“Sempre dentro il gioco, ma senza la qualità cristallina delle prime gare”) ed Ante Rebić (“È un ritorno prezioso per il Milan e per quanto fa vedere sembra già in buona forma”).

Pagelle Udinese-Milan, le note dolenti

 

Soltanto due le insufficienze in casa rossonera per questo Udinese-Milan della ‘Dacia Arena‘. Entrambe voto 5,5. La prima è per il capitano, Alessio Romagnoli, che, “in una partita giocata bene, commette un solo errore, ma pesante: entra su Ignacio Pussetto e lo butta giù (rigore) quando invece dovrebbe sospingerlo verso il fondo”. La seconda è per Rafael Leão. “Ci risiamo. Ne fa una bene ed una così così. Deve trovare continuità e soprattutto prendere consapevolezza della sua forza”. LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA DI IBRA >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy