Velocità e Ibrahimovic: così il Milan fa record di rigori | News

Zlatan Ibrahimovic confonde, gli inserimenti da dietro premiano: ecco come il Milan, spesso, ottiene la concessione di un calcio di rigore in proprio favore

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Milan-Bologna Ibrahimovic

Milan, Ibrahimovic è uno dei segreti dei tanti rigori

 

Il Milan è la squadra che, nei Top 5 campionati europei, ha ottenuto più calci di rigore a favore finora in questa stagione. Lo ha ricordato ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, sottolineando, al contempo, come il Diavolo ne abbia anche sbagliati tanti. Ad ogni modo, il dato numerico potrebbe dar adito a delle discussioni.

In Italia, i 14 rigori assegnati al Milan in questa edizione della Serie A hanno fatto il vuoto: dietro, in questa speciale classifica, ci sono Sassuolo e Roma con 5. A seguire tutte le altre squadre. Una graduatoria che fa rumore sui social network, tra i tifosi avversari, e persino in campo, tra qualche avversario. Più di qualcuno, infatti, ha ironizzato sui numerosi penalty concessi ai milanisti.

Il Milan, tra l’altro, ne ha trasformati 10 su 14 e, su questo dato, influiscono gli errori di Ibrahimovic dagli undici metri. Ma perché sono stati dati tutti questi rigori al Diavolo? La risposta, per la ‘rosea‘, è semplice: perché c’erano. Visti dall’arbitro o rivisti al V.A.R., sono quasi tutti incontestabili.

Inesistente solo uno concesso al Diavolo in occasione di Milan-Roma 3-3. Ma, in quell’occasione, il Milan si vide fischiare anche contro un rigore inesistente. Poi, ci possono essere dubbi sul secondo rigore concesso contro la Fiorentina e su quello dato contro il Torino: entrambi, però, non sono stati decisivi per il risultato finale.

Nella stragrande maggioranza dei casi, il Milan ha conquistato i suoi penalty grazie ad uno stile di gioco aggressivo, dispendioso, che porta tanti calciatori nell’area di rigore avversaria. Con una presenza particolare in avanti, quella di Ibrahimovic, che per peso specifico in campo e carisma confonde e manda in difficoltà gli avversari del Diavolo.

Una delle caratteristiche del Milan di Pioli e di Ibrahimovic è la velocità. La squadra, infatti, è abile nelle ripartenze, ha giocatori di qualità che sanno trattare la palla ed organizzare una manovra con pochi tocchi. Basta guardare che metamorfosi ha avuto Rafael Leão, passato in pochi mesi dall’essere un oggetto misterioso al diventare un calciatore decisivo, adattabile in più posizioni dell’attacco.

Il gioco sugli esterni di Pioli, inoltre, favorisce le giocate penetranti. E non è un caso se la maggior parte dei calci di rigore conquistati dal Milan sono arrivati grazie a Theo Hernández o ad Ante Rebić più che da Ibrahimovic. “Perché tanti rigori? Perché entriamo spesso in area“, il semplice commento di Pioli qualche giorno fa. E non è nient’altro che la verità: il Milan, spesso, si prende dagli undici metri ciò che costruisce.

E con il suo totem Ibrahimovic, spesso si prende persino il lusso di sbagliare dal dischetto … Panchina Milan: Pioli nel presente, in futuro arriva il big. Vai alla news >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy